Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Attenzione per il mare di Catania. Con Ecolido un impegno concreto per salvaguardare l'habitat marino e costiero

11 agosto 2005

''Non vogliamo conferire patenti di balneabilità, non è nostro compito, ma un ruolo che resta del Ministero della Salute''. Così Alessandra Bonfanti, portavoce di Goletta Verde di Legambiente, ha risposto all'assessore all'ambiente del Comune di Catania e a quanti hanno contestato la validità scientifica dei risultati delle analisi sulla qualità delle acque di balneazione della Provincia di Catania effettuate dai laboratori mobili di Goletta Verde, diffusi la scorsa settimana a Riposto.

Alessandra Bonfanti ha spiegato che ''le analisi delle acque di balneazione forniscono solo una istantanea della situazione delle acque al momento del prelievo, e anche se sono un solo prelievo rimangono fedeli e significative fotografie della situazione''. Secondo la Bonfanti sono stati contestati dati incontrovertibili, risultati da analisi fatte da laboratori mobili e da esperti che da venti anni controllano le acque di balneazione secondo i parametri di legge e secondo le metodologie previste. 

Ricordiamo che dalle analisi di Goletta Verde è emerso che all'altezza della spiaggia libera numero uno, il valore dei coliformi fecali ha superato di oltre 5 volte il limite previsto dal decreto 470/82 che regolamenta la balneabilità. ''Le analisi servono anche a questo - ha concluso Bonfanti - a segnalare ai cittadini e alle autorità competenti, qualche volta diventando scomodi e aprendo polemiche, situazioni di sofferenza rilevate in piena stagione balneare che al di là delle polemiche necessitano di essere monitorate''. Infine la porta voce di Goletta Verde ha invitato l'Assessore a tranquillizzare i cittadini ''non solo controllando quel punto ma anche prendendo impegni più forti sul fronte della depurazione''.

E proprio la scorsa settimana, a Catania è stata presentata l'iniziativa ''Ecolido 2005'', pensata per migliorare le performance ambientali degli operatori balneari di Catania, avviando un programma di raccolta differenziata nelle spiagge e, nel contempo, coinvolgere un grande numero di utenti (quasi più di 50 mila bagnanti) nella conservazione e nella tutela dell'habitat marino e costiero.
L'iniziativa prevede la predisposizione di ecopunti all’ingresso di ogni stabilimento per promuovere la raccolta differenziata; inoltre a tutti i frequentatori verrà distribuito un ''Decalogo del bagnante'' contenente una serie di suggerimenti e di regole da seguire per una vacanza sostenibile.
Gli ecopunto, le postazioni per la raccolta differenziata nei lidi e nelle spiagge libere comunali, con bidoni di colore diverso, saranno riconoscibili facilmente grazie ad un cartellone posto all’ingresso di ciascuna spiaggia e verranno svuotati giornalmente dal personale della Nettezza Urbana.
Per facilitare la raccolta a tutti i frequentatori dei lidi verrà distribuito un sacchetto per raccogliere la carta per poi depositarla nei cassonetti della differenziata.

All'iniziativa, insieme all'Assessorato all'Ambiente, parteciperanno l'associazione Tutela Ambientale e il S.I.B. (Sindacato Italiano Balneari).

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 agosto 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia