A Roma, Torino, Acireale e Strasburgo atelier d'artisti aperti al pubblico

24 settembre 2002
Cosa hanno in comune città così diverse come Roma, Torino, Acireale e Strasburgo?

Da sabato scorso per una settimana gli artisti di queste quattro città aprono i loro atelier a chiunque abbia desiderio di visitarli.

Arrivata alla terza edizione la manifestazione 'Studi Apertì si allarga dalla Capitale ad altre realtà artistiche.

Organizzata in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio (28 e 29 settembre) la manifestazione, patrocinata dal Comune di Roma, è organizzata dal DARC (neonata struttura che si occupa di arte contemporanea e di architettura all'interno del Ministero dei Beni culturali) con l'Associazione Studiaperti.

Aprono le loro porte 338 atelier soltanto a Roma esponenti di tutte le tendenze e tutti i settori: pittura, scultura, fotografia, ceramica, grafica, ma anche installazioni e video, scenografia e arazzeria, mosaico e ceramica.
Oltre ai numerosissimi atelier romani da quest'anno si uniscono all'iniziativa i novanta studi torinesi, i venti altelier della cittadina siciliana e sette studi a Strasburgo.

Fra i molti studi di artisti giovani, a Roma il 10 % è costituito da giovanissimi sotto i venticinque anni, ci sono anche atelier di artisti romani affermati (il fotografo Claudio Abate, il pittore Massimo Attardi, il videoartista Mario Sasso fra gli altri), che con generosità aprono il loro spazio di lavoro per permettere ad un pubblico di appassionati ma anche di neofiti di avvicinarsi all'arte contemporanea.

Basti pensare che nella scorsa edizione gli artisti romani hanno ricevuto la visita di 5.000 persone, la maggior parte delle quali non era mai entrata in uno studio d'arte. Gli studi saranno aperti dal 28 settembre al 4 ottobre dalle 17 alle 22; pittori, scultori, fotografi mostreranno il lavoro e anche le procedure e i materiali per realizzarlo.

Inoltre molti studi saranno palcoscenico di altre forme espressive: proiezioni di filmati d'essai, performances, presentazioni di libri e reading di poesia trasformeranno questi spazi di lavoro in veri e propri spazi scenici, luoghi di contaminzioni.

Per districarsi nella marea di atelier il Darc ha pubblicato una pratica guida con l'elenco degli studi che aderiscono all'iniziativa, molti dei quali corredati dall'immagine di un'opera, nonchè una mappa di Roma dove sono collocati i diversi spazi d'artista.

La guida si possono trovare presso le edicole del turismo, i musei, le università e le maggiori librerie e tutte queste informazioni si possono anche reperire sul sito ufficiale della manifestazione.

Ideazione e realizzazione
Associazione STUDIAPERTI & Artisti associati
Via di Parione, 29 00186 ROMA
Tel 06 68300761 Fax 6867448

ROMA
Coordinamento :: Luca Del Guercio, Jonathan Hynd, Silvana Maja,
Rocco Salvia, Giancarlo Savino con la collaborazione di Raffaella
Lo Sapio, Monica Melani
Pubbliche relazioni e Ufficio Stampa :: Silvana Maja

TORINO
Realizzazione :: Associazione Aperto Torino
Angela Calella Benlupo, Mirto Lupo
aperto.torino@tin.it, aperto@arpnet.it
www.arpnet.it/aperto

ACIREALE (CT)
realizzazione e coordinamento :: Tania Giuga
ainat52@hotmail.com

STRASBURGO
realizzazione e coordinamento :: Maria Grazia Surace
mgsurax@hotmail.com

Fonte: Ansa/Beni Culturali

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 settembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia