Arriva il 2004

Stanotte divertiamoci, liberiamoci pure da qualche tabù, ma stiamo attenti ai botti. Non guastiamoci la festa!

31 dicembre 2003
Mentre mezzo mondo è sotto assedio per paura di attentati nella notte di capodanno (i cieli americani sorvolati da caccia bombardieri, i territori mediorientali occupati da militari armati e pronti far fuoco), dalle nostre parti dobbiamo preoccuparci, non soltanto degli estremismi terroristici, ma anche della defecienza dei fanatici del botto, che anche quest’anno, pur con l’accentuato controllo e le azioni preventive della Polizia, mieteranno le loro vittime.
Non per fare il gufo, ma anche stanotte qualche occhio diverrà cieco e qualche dito saluterà, oltre che l’anno vecchio, anche la propria mano.
E se non si tratta di deficienza, di cosa allora si può parlare quando si spendono fino a 400 euro per comprare un botto che contiene 3 kg di sotanza esplodente ed è stato chiamato "kamikaze"? 
 
Le forze dell’ordine, la propria annuale guerra contro i "tradizionali" botti illegali la combatte già da parecchi mesi. Oltre tre quintali di botti sono stati sequestrati a Vicenza. Oltre una tonnellata e mezzo di materiale pirotecnico tra cui petardi, razzi, mortaretti e giochi d' artificio trovati nei negozi, depositi e bancarelle approntate da venditori dell'ultim'ora sono stati sequestrati dai carabinieri del Comando Regione Sicilia su tutto il territorio dell' isola.
Il maggior quantitativo di botti è stato sequestrato nelle province di Palermo, Messina, Catania e
Ragusa ed ha portato alla denuncia di 13 persone per detenzione illecita di fuochi artificiali. Milleottocento i carabinieri impegnati nel servizio di controllo. Come dire dei nuovi "Vespri siciliani".

La Rai in collaborazione con al Polizia di Stato ha realizzato, uno spot contro i "botti" illegali di Capodanno, per una campagna di prevenzione rivolta soprattutto ai giovani, di fronte al pericolo che si può correre con il cattivo uso dei fuochi d’artificio fatti in casa.
Protagonisti dello spot, che che va in onda dal 15 dicembre sulle tre reti Rai, sono tutti gli attori de "La Squadra", la seguita serie poliziesca di Raitre. "Prima di bruciare la tua vita... pensaci!" è questo il messaggio lanciato dagli attori della fiction "La Squadra" che hanno collaborato alla produzione dei video.

Guidasicilia vuol fare la sua parte pubblicando di seguito alcune informazioni estrapolate dal sito della Polizia di stato.
I botti facciamoli con lo spumante e BUON DIVERTIMENTO!

Capodanno 2004: ATTENZIONE AI BOTTI!
I giochi pirotecnici autorizzati e in libera vendita riportano sulla confezione un'etichetta con il numero del decreto ministeriale che ne autorizza il commercio. Possono essere venduti in tutti quei negozi che sono in possesso della licenza per la vendita di giocattoli e possono essere acquistati da tutti. L'unico requisito è aver compiuto 14 anni. Sull'etichetta ci devono essere anche il nome del prodotto, la ditta produttrice, la categoria e le modalità d'uso che devono essere seguite attentamente. E' comunque consigliabile che ad accendere il fuoco sia sempre un adulto. Se i giochi pirotecnici sono privi di questo talloncino sono da considerarsi fuochi proibiti in quanto si disconosce la composizione e l'azienda produttrice.
I prodotti classificati dalla normativa di riferimento, (il Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza T.U.L.P.S), in IV e V categoria possono essere invece venduti solamente nei depositi di fuochi pirotecnici o nelle armerie autorizzate da una licenza rilasciata dal prefetto. Si possono acquistare con porto d'armi o nulla osta ma sempre con l'obbligo di denuncia alle forze dell'ordine e non si possono accendere senza la licenza.

Non sono vietati ma sono comunque molto pericolosi e, se non utilizzati in modo corretto, possono causare danni a persone e incendi. Tra questi:
Barrage 120: proietta a circa 25 metri di altezza petardi con botto e scenografie.
Clustering bees: piccole bombe raggruppate che vengono sparate in aria.
Happy Fireworks e Razzo Soviet: veri e propri razzi a decollo verticale. Con 37 gr circa di materiale esplodente possono causare gravi danni e ustioni.
Magnum e Super Magnum: con 3 gr circa di materiale esplodente possono causare la perdita delle dita o delle loro funzioni.

La vendita del "pallone di Maradona" della bomba "Osama Bin Laden" e di tutti gli altri prodotti clandestini è assolutamente vietata. E' un reato punibile secondo la normativa vigente e alla pena soggiace non solo chi vende ma anche chi acquista.
Le cosiddette "bombe carta" sono infatti delle vere e proprie bombe che contengono anche 2 o 3 chili di esplosivo a basso potenziale come la nuovissima "Kamikaze". Hanno capacità distruttive elevate: riescono a buttare giù un muro o ferire anche mortalmente più persone. Negli ultimi anni ancora di più visto che vengono confezionate con contenitori di plastica e non più col cartone pressato.

Di seguito riportiamo alcuni modelli di bombe carta del genere proibito che possono causare gravi ustioni in tutto il corpo, la perdita delle dita e anche della mano.
Cipolla: peso 125 gr circa di materiale esplodente
Mezza botta: 45 gr circa di marteriale espoldente
Track con tronetto: 6 gr circa di materiale esplodente
Track vecchia generazione: 7 gr circa dio materiale esplodente

Alcune precauzioni da seguire
Abiti: attenzione agli abiti che indossate quando usate un fuoco d'artificio. Mai mettere giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica, e nemmeno indumenti acetati come tute sportive. Basta una scintilla per trasformare questi abiti in micidiali trappole.
Botti inesplosi: se vi trovate in prossimità di un botto inesploso, in strada oppure a casa, non toccatelo. Avvisate subito il 113, anche in forma anonima.
Mancato funzionamento: in caso di mal funzionamento di un prodotto pirotecnico non toccatelo e non vi avvicinate. Potrebbe esplodere.
Micce corte: le micce dei fuochi pirotecnici sono molto corte e rapide nella combustione. Non sempre l'interruzione della miccia è definitiva per cui l'ordigno inesploso può scoppiarvi in mano da un momento all'altro.
Solo all'aperto: non puntate mai un razzo, un fischio e botto contro finestre e balconi dei palazzi vicini. E tanto meno usateli a casa. Accendete e usate questi prodotti soltanto all'aperto in luoghi lontani dalle abitazioni.
No alle armi: sparare in luogo pubblico con fucili, pistole e anche armi giocattolo oltre a essere pericolosissimo è un reato punibile con l'arresto. Perciò state alla larga da chi vuole festeggiare in questo modo.
Bancarelle a rischio: per acquistare botti all'ultimo momento, rivolgersi a commercianti autorizzati. Evitare bancarelle improvvisate e prodotti senza etichetta con l'autorizzazione del ministero dell'Interno.
Trasporto e fiamme libere: evitare di trasportare materiale pirotecnico in macchina e di usare fiamme libere (accendini, fiammiferi, sigarette) nelle vicinanze.
Accensione: accendere un fuoco alla volta ed evitare che al momento dell’accensione ci siano altri fuochi vicini.
Segnalazioni in forma anonima: segnalare al 113 eventuali vendite a minorenni o qualsiasi altra cosa che al momento può sembrare illecita o pericolosa.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

31 dicembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia