Comune di Palermo: pubblicato l'avviso per la ricerca di case per soggetti in emergenza abitativa

27 novembre 2008

E' stato pubblicato nei giorni scorsi l'avviso pubblico con il quale si informa che l'Amministrazione comunale di Palermo ricerca, nel territorio cittadino, appartamenti da prendere in locazione per un periodo di tre anni prorogabili per altri due, e adibirli ad abitazione di soggetti in emergenza abitativa. Una possibilità prevista dalla legge n. 431/98 art. 2 co. III.
Gli appartamenti dovranno avere destinazione residenziale, assimilabile all'edilizia residenziale pubblica: dovranno rientrare nelle categorie catastali A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 ed A/7 ed essere conformi agli strumenti urbanistici vigenti.
Gli alloggi dovranno, inoltre, essere liberi da persone e cose ed in condizioni di fatto che ne consentano l'immediato utilizzo.

L'Amministrazione comunale si farà carico del puntuale pagamento del canone di locazione, del rilascio dell'immobile alla scadenza contrattuale prevista, nonché del risarcimento al proprietario di eventuali danni arrecati nel corso dell'utilizzo da parte del beneficiario.
Le offerte dovranno pervenire entro il 15 dicembre all'indirizzo: Comune di Palermo - settore Interventi abitativi - Servizio Assegnazione e Sostegno all'Affitto - Via Fattori n. 60, 90146, Palermo.

Le offerte dovranno, inoltre, contenere: le generalità complete dell'offerente (compreso recapito telefonico); e l'indicazione dell'esatta ubicazione dell'immobile; una copia della pianta dell'immobile in scala, con riportata la consistenza della superficie commerciale; una copia della visura catastale; l'indicazione del canone annuo di locazione che non potrà essere superiore ad 80 euro per mq di superficie commerciale.
Occorre anche presentare la dichiarazione con la quale si attestano alcuni requisiti: essere proprietario dell'immobile; che esso sia munito del certificato di abitabilità e possiede tutti i requisisti per essere adibito ad uso abitativo; che gli impianti tecnologici ed elettrici esistenti all'interno dell'immobile siano muniti di certificati di conformità alla Legge 46/90 e alle vigenti normative di sicurezza.

Le offerte verranno sottoposte a verifica tecnica per determinare la congruità del canone proposto in relazione ai seguenti aspetti: categoria catastale, ubicazione dell'immobile in base alle diciannove microzone, caratteristiche generali e stato d'uso. Fra esse verranno privilegiate quelle più vantaggiose per il Comune.
Le offerte pervenute non vincolano in alcun modo l'Amministrazione, che si riserva, comunque, di vagliare anche proposte eventualmente pervenute oltre il termine indicato.

Comune di Palermo

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 novembre 2008

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia