Concluso a Palermo il progetto dell’Amia e del Corepla ''A scuola di riciclo''

Come fare diventare coscienza il riciclo con la scuola e il gioco

06 giugno 2003
7.945 chili di carta, 1.689 di plastica, 118 di lattine, 2.708 chili di vetro riciclati da seimila allievi di venti istituti elementari della città. Sono queste le cifre finali del progetto di «A scuola di riciclo», promosso dall'Amia, l’Azienda Municipalizzata per l’igiene e l’ambiente, con la collaborazione di Corepla (Consorzio nazionale per il recupero della plastica), per sensibilizzare i bambini alla salvaguardia dell' ambiente e ad una corretta gestione dei rifiuti. Domani alle 11 nel Giardino Inglese si svolgerà la cerimonia di premiazione della «scuola più riciclona» e degli istituti che hanno partecipato al progetto. Saranno presenti i vertici dell' Amia, i formatori della società Area, una delegazione di insegnanti delle scuole partecipanti e circa cinquecento allievi che esporranno i lavori realizzati durante le ore di laboratorio.

Informazioni sul Corepla
Il Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio e i Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in Plastica (COREPLA), con l'acquisizione dell'ex Consorzio Replastic, é diventato il più grande Consorzio del settore in Italia e il secondo nel panorama europeo. Sono 42 i Centri di Conferimento e 24 i Centri di Selezione di rifiuti di imballaggi in plastica, operativi sul territorio nazionale. L'indotto occupazionale di Corepla é di circa 2.000 lavoratori.

Il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in plastica é stato avviato in oltre 6.500 Comuni, la popolazione coinvolta sfiora il 90%, valore che si conferma di eccellenza a livello europeo.
Al Corepla aderiscono sia i produttori di materie plastiche che le aziende trasformatrici di imballaggi in plastica. Hanno diritto di partecipazione gli utilizzatori, gli autoproduttori di imballaggi e le imprese che svolgono attività di riciclaggio dei rifiuti di imballaggi in plastica.Corepla conta, ad oggi, 2.114 associati, oltre IL 90% del mondo imprenditoriale di riferimento.

Il Consorzio intende in particolare favorire lo sviluppo della raccolta al Centro e al Sud del Paese, concordando anche la realizzazione in loco di nuovi impianti di rilavorazione di contenitori in PET, realizzati da privati.
E' opportuno ricordare infatti che il 70% degli imballaggi in plastica raccolti nel 2000 provengono dalle raccolte differenziate del Nord del Paese.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 giugno 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia