Da un esperimento sui topi un primo passo nella cura della cecità

13 dicembre 2001
Ricercatori tedeschi sono riusciti a ricollegare i nervi ottici recisi in alcuni topi e a farli ricrescere, in un esperimento che potrebbe essere il primo passo nella cura di alcune forme di cecità finora irrimediabili.

Il risultato è da considerare uno dei progressi più significativi nella rigenerazione dei nervi, gli scienziati sperano infatti che, seppure condotto finora solo su topi, l'esperimento possa aprire la strada a future tecniche terapeutiche per alcune malattie degli occhi o lesioni del midollo spinale.

Il gruppo di ricercatori dell'università di Munster (Germania) hanno fatto ricrescere fino a 14 mm il nervo ottico reciso, più di quanto si fosse mai fatto in precedenza.

I nervi ottici sono stati in grado di trasmettere impulsi elettrici, ciò che dimostra che si era riattivato il collegamento col cervello.
Tre mesi dopo che i nervi erano stati ricollegati, si era rigenerato il 30% delle fibre nervose.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 dicembre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia