Fame, freddo e stenti

Oltre centomila bimbi afgani rischiano la morte in breve tempo

01 dicembre 2001
Decine di migliaia di bambini e donne incinte in Afghanistan potrebbero tra poco morire di fame, di freddo e di stenti.

Il futuro di un intero Paese tormentato dalla guerra rischia di essere cancellato se i Paesi che ne hanno la possibilità non faranno qualcosa.

L'appello congiunto è stato lanciato dal Pam, il programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite, e dall'Unicef che denunciano come 120.000 bambini afghani rischino di morire di fame, freddo e malattie.

Il monito urgente delle organizzazioni internazionali è: bisogna sbrigarsi, è ormai una corsa contro il tempo.

"In Afghanistan - spiega il portavoce del Pam a Roma Francesco Luna - c'è bisogno subito di latte in polvere per i più piccoli, ma anche di generi di sostentamento per le giovani donne in attesa bisognose di nutrire i bambini che portano i grembo".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

01 dicembre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia