Il Satiro danzante

ritorna a Mazara del Vallo, dopo avere entusiasmato il pubblico romano

22 aprile 2003
Con l'approssimarsi dell'estate molte sono le novità in arrivo per la Sicilia: la Soprintendenza ai Beni Culturali, dopo un sopralluogo effettuato presso il complesso di Sant'Egidio - il luogo deputato ad ospitare il Satiro recuperato nelle acque del Canale di Sicilia qualche anno fa da un peschereccio, durante una battuta di pesca - ha decretato il ritorno del famoso reperto a Mazara del Vallo.

Entro il 30 giugno saranno completati i lavori di restauro presso il complesso e dopo l'arrivo, da Milano, del contenitore antisismico e la teca che ospiteranno il Satiro, l'opera potrà essere fruibile da parte del popolo siciliano e di quanti hanno atteso per poter ammirare la preziosa statua di bronzo.

Nel corso del sopralluogo si è anche fatto il punto sui lavori di restauro dell'ex Chiesa del Carmine destinata ad ospitare la nuova sede del Consiglio Comunale. Da anni, infatti, la chiesa del Carmine era diventato un rudere abbandonato e un deposito di spazzatura. L'intervento da parte della Giunta Comunale, non senza un cospicuo finanziamento regionale da parte della Soprintendenza ai Beni Culturali.

Piena soddisfazione è stata espressa da quanti si sono adoperati affinché il Satiro danzante ritornasse a Mazara e da quanti hanno voluto, con il restauro della chiesa del Carmine, che la città ritornasse ad essere una bellezza significativa meta di turisti proveniente da ogni parte del mondo.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

22 aprile 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia