Il segno distintivo per i custodi dei beni culturali in Sicilia? Una cravatta a pois!

L’assessorato ai Beni culturali trova idoneo il pallino per i lavoratori, ma loro proprio non ci stanno

14 dicembre 2002
Avranno delle ''belle'' cravatte a pois, i custodi dei beni culturali in Sicilia, ma saranno sforniti di stivali e giacche a vento. 
Il nuovo abbigliamento è gia stato distribuito, dall' assessorato regionale ai Beni culturali, in questi giorni a 1.200 agenti addetti alla tutela e alla vigilanza di monumenti e musei.

Il Cobas invita, in una nota di protesta, l' assessore regionale Fabio Granata a revocare l'ordine di indossare le divise perché: ''la scelta dei colori e' poco consona anche in relazione alle caratteristiche climatiche e ambientali siciliane e inoltre i fregi identificativi in stoffa hanno un aspetto poco prestigioso''.
''I lavoratori - afferma il sindacato dei Cobas - si sentono ''ridicolizzati'' e sminuiti nel prestigio di lavoratori oltre che di uomini e di donne''.

Questa la replica dell'assessore Granata: ''Le divise vanno comunque indossate in quanto costituiscono un segno distintivo''. Pino Grasso, dell’assessorato regionale, invece afferma: ''Valuteremo le ragioni della nota di protesta e dopo avere sentito anche gli altri sindacati prenderemo una decisione''. ''Comunque - conclude - per i lavoratori ormai qualsiasi cosa rappresenta una lesione della propria dignita''.

...No comment

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 dicembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia