Incoronato a Taormina il Re Novello 2002

premio per l'immagine e l'etichetta al Sassello dell'azienda Tasca d'Almerita

19 novembre 2002
Il Sassello dell'azienda Tasca d'Almerita ha vinto il premio per l'immagine e l'etichetta di "Taormina Re Novello 2002", rassegna del vino novello siciliano svoltasi lo scorso  fine settimana nella Perla dello Jonio.

Alla kermesse, organizzata dall'Associazione Culturale Arkè in collaborazione con gli Assessorati Regionali all'agricoltura e ai beni culturali, alla Provincia di Messina ed al Comune di Taormina, hanno preso parte 25 aziende produttrici di vino novello provenienti da sei province della Sicilia.

Ad ospitare le degustazioni è stata l'antica struttura del Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, dove su tre piani hanno trovato spazio le aziende, gruppi musicali , un'esposizione di prodotti tipici siciliani, offerti dall'Assessore all'Agricoltura Giuseppe Castiglione, ed anche una raccolta fondi in favore dell'Unicef.

Nel corso dei due giorni, venerdì e sabato, ci sono stati convegni per analizzare il vino novello nei suoi diversi aspetti: culturali, scientifici ed enogastronomici. Il binomio vino e cultura è stato approfondito dall'enologo Giacomo Tachis, consulente dell'istituto regionale vite e vino, e dall'assessore regionale ai beni culturali Fabio Granata che ha presenziato al taglio del nastro assieme alla madrina Ana Paula Mancino.

Un grosso successo lo ha fatto registrare il seminario di degustazioni guidato dall'Organizzazione Nazionale Assaggiatori del Vino che ha visto la partecipazione di 120 assaggiatori provenienti da tutta la Sicilia. Nel palazzo dei Duchi di Santo Stefano, in due giorni di degustazioni, sono stati presenti oltre 800 visitatori con l'apposito invito ritirato nei negozi del centro storico di Taormina.

Ampio il dibattito sulla commercializzazione del novello che in Sicilia vede aumentare per l'annata 2002 la produzione del 12 % con 886000 bottiglie, attestandosi all'ottavo posto della classifica nazionale di produzione con un fatturato di € 4.243.940 pari al 5,3 % .

In questi ultimi anni le aziende del centro e del nord Italia si sono consorziate per un maggiore coordinamento nella politica di collocamento sul mercato e ora anche in Sicilia i produttori hanno gettato le basi per la costituzione di un consorzio regionale siciliano, pur con il poco entusiasmo dei produttori maggiori.

Molte aziende stanno cominciando ad investire adesso in questi vini di primo fervore che cercano con maggiore forza di delinearsi un proprio spazio nell'ambito di una produzione vinicola che segna la percentuale di novello  solo allo 0,33 %. Dati importanti sono emersi anche riguardo alle aziende che crescono sempre più nel numero, con particolare apertura anche al mondo femminile come il caso delle sorelle Marilena e Daniela Barbera, giovani imprenditrici che hanno voluto scommettere sul Vino e sul novello in particolare.

Visti gli ampi consensi l'auspicio degli organizzatori è quello di far diventare realtà stabile un'iniziativa nata con grande passione.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 novembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia