La classifica del Sole 24 Ore. Qual è la città dove si vive meglio in Italia? Sicuramente non sono le città del Sud

18 dicembre 2006

Come ogni anno il Sole 24 ore ha stilato la classifica delle città dove si vive meglio in Italia.
Il quotidiano di Confindustria ha premiato nuovamente Siena che, a distanza di nove anni, ritorna in testa per qualità della vita.
Il criterio affinché sia possibile stilare la classifica fra le province italiane è basato sui dati relativi a 36 parametri raggruppati in sei macro aree. Siena è seguita da Trieste (vincitrice nel 2005), Bolzano e Trento. Milano è quinta, ma prima per euro in banca pro capite.
La posizione di retroguardia tocca a Catania, preceduta da tre realtà pugliesi: Taranto, Bari e Foggia.

Oltre a primeggiare nelle sei macro-categorie prese in esame (tenore di vita, affari e lavoro, servizi ambiente e salute, ordine pubblico, popolazione e tempo libero), Siena vince anche nel sondaggio realizzato dalla IPR Marketing sulla percezione dei problemi da parte dei residenti. La città del Palio è anche quella dove si vorrebbe vivere di più, dopo Firenze e Roma.
Nella classifica stilata dal quotidiano finanziario, Milano è in testa per euro in banca pro capite: 25.689. Bologna è la città con il minor tasso di disoccupazione, al 2,7 per cento, mentre il minor numero di borseggi e scippi si registra ad Isernia: 8,93 ogni 100mila abitanti.

E ancora una volta il Sud è assente da tutte le prime posizioni. Infatti fra le peggiori performance, oltre a quella di Catania e delle province pugliesi, c'è quella di Palermo, con sole 7,7 imprese ogni 100 abitanti. La palma in negativo per divorzi e separazioni spetta a Lodi (96,48 ogni 10mila abitanti). E Crotone è la città con meno cinema in assoluto: 0,58 per 100mila abitanti.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

18 dicembre 2006

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia