Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La fantasia degli Imprenditori Agricoltori Siciliani. Ecco come si rinnova il gusto della tradizione

Dalla ricotta salata con zafferano, al basilico nero, dalla crema di fave, alla pasta alla carruba

29 luglio 2004

Ricotta salata con zafferano, basilico nero, crema di fave, pasta alla carruba.
Agli imprenditori agricoli siciliani della Coldiretti non manca la capacità innovativa per differenziare le proprie aziende e guadagnare punti nei mercati con le novità.

Ad Enna, Angelo Savarese, 24 anni, sette dei quali passati a fare il casaro, produce formaggio "Piacentinu", formaggio "che piace", una tipicità ennese che risale al 1090 e che la leggenda vuole legata a Ruggero il Normanno la cui moglie, sempre depressa e ghiotta di formaggio, trovò sollievo proprio dal connubio con lo zafferano dalle note proprietà calmanti.
Da qualche tempo, accanto al formaggio, ha utilizzato la stessa spezie seccata in forno e ridotta in polvere anche per la ricotta salata rendendo particolarmente gustosi i piatti in cui formaggio ''piacintinu''viene utilizzata. Oltre a questa novità, Savarese è pronto per il formaggio all’arancia, piccole forme di primo sale rese più gustose dall’utilizzo dell’agrume.

A Scicli, in provincia di Ragusa, nell’azienda di Enrico Russino tra circa 30 tipi di piante aromatiche spiccano il cappero in vaso e il basilico nero.
"Il cappero - afferma l’imprenditore - considerata la versatilità e la durata della pianta, viene usato oltre che per la produzione del frutto, per abbellire ville e viali, mentre il basilico nero, molto usato nei paesi dell’Est, ha le stesse caratteristiche di quello verde anche se un aroma più delicato. Può anche essere utilizzato come coreografia sui piatti. Ha bisogno di temperature elevate comprese tra i 23 ed i 30 gradi, non deve essere irrigato eccessivamente".

carrubeSempre dalla provincia di Ragusa, Giorgio Cicero, al ventaglio di produzioni di carruba, di recente ha aggiunto anche la pasta. "Le qualità del frutto tipico siciliano – spiega – ricco di fibra e vitamine garantiscono un prodotto molto leggero che va gustato con poco condimento per assaporare la bontà particolare della carruba".

Un altro giovane imprenditore agricolo, Orazio Leonforte della provincia di Enna, ha scelto di specializzarsi nella produzione e trasformazione di legumi tra cui la fava di Leonforte, detta "fava turca" o "fava larga" consigliata per il ridotto apporto calorico e per la rapida cottura. Dalla fava Orazio Leonforte ricava un crema per condire bruschette e pasta.

"Sono tutti prodotti che valorizzano il territorio siciliano perché unici e inimitabili - afferma il presidente della Coldiretti, Giuseppe Guastella - e che garantiscono il consumatore".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

29 luglio 2004
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE