La rivista Terre del Vino di novembre parla dell'ascesa del vino etneo

09 novembre 2002
La Doc Etna, i suoi produttori, il vitigno nerello mascalese, sono protagonisti sul numero di novembre di Terre del Vino, la rivista di turismo enogastronomico in distribuzione nelle edicole in questi giorni - al prezzo di Euro 3,50 - edita da Ci.Vin srl, la società di servizi dell'Associazione nazionale Città del Vino che, su 482 comuni associati in tutta Italia, vanta l'adesione di 40 Città del Vino della Sicilia.

Tra queste anche le Città del vino dell'area etnea che sono state duramente colpite dall'attività eruttiva dell'Etna: Santa Venerina, Milo, Sant'Alfio e Zafferana Etnea che hanno subito ingenti danni a causa del terremoto e Linguaglossa e Castiglioni di Sicilia dove la lava ha distrutto ampie aree boschive di altissimo valore ambientale.
L'Associazione nazionale Città del Vino ha tra l'altro lanciato una raccolta di fondi in favore dei Comuni colpiti dalla devastante furia dell'Etna: la sottoscrizione va effettuata sul "Conto Solidarietà" n° 635.26 aperto presso la banca Monte dei Paschi di Siena, Agenzia n° 6 di Siena, intestato all'Associazione nazionale Città del Vino. All'atto del versamento va specificato "pro comuni dell'Etna".

Il servizio sulla Doc Etna, realizzato e in stampa ovviamente prima che il vulcano riprendesse l'attività eruttiva, dimostra comunque la grande potenzialità che il territorio sa esprimere, soprattutto quando è rispettato e tutelato, come sanno fare i produttori vitivinicoli e gli agricoltori.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 novembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia