La Sicilia entra nel Network europeo delle Regioni Insulari

Il progetto, a valere sui fondi comunitari Fesr fa parte dell'azione Pic Interreg III C

22 gennaio 2003
Rete di scambio per condividere politiche turistiche, commerciali e protezione del territorio.

Corsica, Sardegna, arcipelago Scozzese, isole Baleari, Canarie, Baltiche, isole del sud Egeo e Creta. Sono le regioni insulari già appartenenti alla Comunità Europea o candidate ad entrarvi che, insieme alla Sicilia, costituiscono il primo network per la gestione e lo sviluppo delle Regioni Insulari.

Con un cofinanziamento Stato - Regione del valore di 184.000 euro in quattro anni la Sicilia entra a far parte del Network guidato dall'autorità regionale della Corsica, e che ha per scopo la promozione di reti di scambio e diffusione dell'informazione relativa ai costi ed alla erogazione dei servizi pubblici alla popolazione, dei servizi demografici, della formazione professionale, della gestione dei rischi naturali e ambientali, della protezione dell'ambiente, delle politiche turistiche e degli scambi commerciali.

Il progetto, a valere sui fondi comunitari Fesr fa parte dell'azione Pic Interreg III C.

In particolare la Sicilia è interessata alla cooperazione sui servizi pubblici con riferimento specifico alla problematica dell'ammissibilità dei regimi di aiuto connessi proprio al parametro dell'insularità così come voluto dalle norme comunitarie.

Oltre all'organizzazione di seminari specifici a carico di ognuna delle regioni facenti parte del network, lo scambio di notizie ed informazioni permetterà la crescita dei legami fra regioni anche molto lontane fra loro sia dal punto di vista fisico - geografico, che dal punto di vista culturale, il progetto mira a uniformare il modo di rapportarsi con l'istituzione comunitaria. 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

22 gennaio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia