Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La storia del disoccupato di Sciacca (AG) che faceva figli per avere casa e lavoro

Come la Loren nel film di De Sica ''Ieri, oggi, domani'', faceva figli per non andare in carcere, a Sciacca...

28 aprile 2004

Quanti di voi ricorderanno il personaggio di Sofia Loren nel film di Vittorio De Sica ''Ieri, oggi, domani'', che faceva figli per non andare in prigione, rintracceranno nella storia che andiamo a raccontare, non poche similitudini.
Giuseppe Dimino ha 39 anni, ha già cinque figli e due sono in arrivo. È tra i più conosciuti lavoratori socialmente utili del Comune di Sciacca (AG) ed entro pochi giorni gli verrà consegnato uno dei 55 alloggi costruiti dall'Iacp in località Ferraro.

Niente di particolare fino a qua, e proprio nulla di simile alla storia narrata nel film.
Verissimo. Ma andiamo avanti con il racconto.

Giuseppe Dimino è riuscito a centrare, in poco tempo, un obiettivo che milioni di italiani (e particolarmente i siciliani) falliscono: il lavoro e la casa.
Ma come c'è riuscito il nostro, ad ottenere quello che per molti troppo spesso, purtroppo, è solo un sogno?
Raccomandazioni? Forse i santi in paradiso? Niente di tutto questo. Ha semplicemente aumentato il suo carico familiare.
"Non c'era altra soluzione che aumentare il carico familiare - dice lui stesso confessando - perché altrimenti non sarei riuscito né ad ottenere il lavoro né la casa popolare".
La moglie conferma, ma aggiunge: "A noi i bambini piacciono. Certo, allevarne tanti è difficile. Questa, però, era l'unica possibilità per riuscire a sistemarci".

Qualche giorno fa Giuseppe si è recato, con la moglie Marcella, di 32 anni, e figli, Vincenzo di 11 anni, Salvatore di 10, Rossella di 8, Margherita di 5, Tomas di 4 e i due gemelli in arrivo, a vedere la casa. Non ha ancora le chiavi di quell'appartamento di 72 metri quadrati, al terzo piano, ma già osserva la struttura, pensa a dove poter collocare i mobili che, al momento, è costretto a tenere presso l'abitazione dei suoi genitori, dove vive da alcuni anni.
Dei gemelli i coniugi Dimino non conoscono ancora il sesso. Maschi o femmine poco importa. "L'importante - dicono - è che avranno una casa in cui abitare". 
 "Per noi si sta realizzando un sogno. - ha detto Giuseppe Dimino - E' stato difficile abitare in sette a casa di mia madre. Se ci sono voluti tanti figli prima per trovare un lavoro e poi per avere una casa che ci posso fare? Anzi, lo rifarei un'altra volta".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 aprile 2004
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE