Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Palio di Menfi (AG). Scandalose violazioni di legge e maltrattamenti ai cavalli

08 agosto 2005

Nuovo appello della LAV al prefetto di Agrigento per sospendere subito il palio dell'illegalità

Flebo con ignoti preparati farmacologici iniettati ai cavalli prima delle corse dagli stessi stallieri; cavalli feriti o presi a frustate e lanciati all'impazzata; pista di corsa non sabbiata; asfalto reso viscido dall'acqua appositamente sparsa dall'autobotte comunale; transenne metalliche pericolosissime e con spigoli taglienti; cavalli assetati e disidratati con la schiuma alla bocca.
Sono queste alcune delle scandalose situazioni documentate dalla LAV nel corso del Palio di Menfi (AG), in programma dal 5 al 7 agosto.
La LAV ha pubblicato sul sito web www.lavpalermo.it alcune foto-shock che documentano le numerose e gravissime infrazioni ed irregolarità. Anzitutto la palese violazione dell'articolo 8 del DPCM 28 febbraio 2003 che impone la sabbiatura di tutto il percorso e non solo di qualche metro di strada in prossimità della partenza e dell'arrivo dei cavalli; le inidonee caratteristiche del percorso stradale asfaltato; la sottoposizione dei cavalli a comportamenti e fatiche insopportabili; l'assoluta antigienicità dei locali fatiscenti ove sono detenuti i cavalli; l'inadeguatezza dei controlli veterinari, ecc.

''Abbiamo molto apprezzato l'ordinanza con la quale ieri il Prefetto Bruno Pezzuto, a seguito del nostro esposto circa il rischio di infiltrazioni criminali nei palii paesani dell'agrigentino, ha disposto che tutti i fantini del Palio di Menfi venissero identificati dai Carabinieri ma, alla luce di quanto successivamente accaduto, riteniamo che tale misura sia insufficiente'', ha dichiarato Ennio Bonfanti, responsabile nazionale della LAV. ''Abbiamo informato il Prefetto ed il Questore di Agrigento della scandalosa situazione riscontrata a Menfi con una dettagliata relazione circa le infrazioni accertate che, senza un urgente intervento, rischiano di ripetersi nelle gare successive. Quelle gravissime infrazioni - ha proseguito Bonfanti - costituiscono una palese elusione delle norme vigenti e delle esigenze di sicurezza e di ordine pubblico. Per questo oggi abbiamo nuovamente chiesto al Prefetto di sospendere subito il 'palio dell'illegalità' di Menfi''.
La LAV, infatti, ritiene che non sussistano le condizioni per consentire l'ulteriore corso di questa gara ippica totalmente illegale e che, come si temeva, ha causato intollerabili sevizie e maltrattamenti agli animali. Considerato che il Sindaco di Menfi non ha dato alcun riscontro alla diffida della LAV con la si chiedeva l'annullamento del Palio per tali macroscopiche violazioni, adesso la LAV ha chiesto al Prefetto di intervenire in via sostitutiva  per sospendere il Palio con un urgente provvedimento di pubblica sicurezza per garantire sia la legalità che il benessere degli animali, fortemente minacciati da tale manifestazione.

- www.infolav.org
- www.lavpalermo.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 agosto 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia