Strage degli (animali) innocenti: 15 mila capi da abbattere per la siccità

28 agosto 2002
Sarebbero tra i 10 e i 15 mila gli animali "improduttivi" che verranno uccisi in Sicilia, in seguito al piano di abbattimento di bovini e caprini per affrontare l'emergenza idrica nell'Isola.

La stima è stata fornita dall'assessore regionale all'Agricoltura, che ha firmato l'avviso pubblico di manifestazione di interesse per l'acquisto della carne.

Ogni produttore può chiedere l'abbattimento fino a un massimo del 25 per cento degli animali che, alla data della domanda, risultano essere in azienda da almeno 12 mesi.

Al momento dell'abbattimento, i dati identificativi dell'animale, il numero di macellazione, la classifica e il peso saranno riportati su un certificato di macellazione sottoscritto dal veterinario ufficiale dell'impianto.

C'è tempo fino al 2 settembre per presentare in Sicilia la domanda per l'acquisto della carne macellata in seguito al piano di abbattimento degli animali.

È previsto anche un indennizzo da corrispondere agli allevatori, che è di 250 euro per i bovini e di 25 euro per gli ovicaprini.
Sono esclusi dal bando gli impianti per la vendita al dettaglio o di ristorazione. 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 agosto 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia