Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

L'Itinerario del Genio di Palermo: un nuovo modo per scoprire la Città

Un'App racconta il misterioso protettore del capoluogo siciliano, un fenomeno culturale tutto palermitano

03 ottobre 2022
L'Itinerario del Genio di Palermo: un nuovo modo per scoprire la Città
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

È un vecchio austero dalla lunga barba, in testa ha una corona, ai piedi un cane simbolo di fedeltà e, avvinghiato al braccio, un serpente emblema di continua rinascita che dall'uomo succhia linfa vitale.

"Panormus conca aurea suos devorat alienos nutrit" è l'iscrizione che nel Palazzo Pretorio accompagna l'enigmatico simbolo civico e nume tutelare del capoluogo siciliano: il Genio di Palermo, che con il suo sguardo severo traccia un filo rosso che attraversa palazzi, fontane e piazze.

Tre dei Genii presenti a Palermo

  • Vuoi soggiornare a Palermo? Trova le strutture ricettive presenti in città - CLICCA QUI

La città è piena di riproduzioni del Genio, tutte con le stesse caratteristiche iconografiche, fatta eccezione per alcuni variabili elementi aggiuntivi. Un fenomeno tutto palermitano, che non incontra eguali in nessun altro luogo.

Il logo dell'App

  • Vuoi mangiare a Palermo? Trova i ristoranti e i locali presenti in città - CLICCA QUI

Per volontà dell'Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, è nato l'Itinerario del Genio che attraverso un'App mobile (chiamata appunto, "Genio di Palermo") offre ai visitatori la possibilità di compiere un percorso culturale alla scoperta della Città, seguendo la localizzazione di 18 diverse rappresentazioni del Genio che ne è storico protettore e simbolo civico.

  • Hai una struttura ricettiva o un'attività turistica che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

L'applicazione mobile per smartphone, con contenuti in italiano e in inglese, è compatibile con sistemi operativi Android, scaricabile QUI e per iOS scaricabile QUI.
L'App, realizzata in collaborazione con la Galleria regionale di Palazzo Abatellis e sviluppata dall'azienda ETT, partendo dal mito offre, a chi la vorrà consultare, la possibilità di seguire un itinerario culturale nei quattro mandamenti storici palermitani.

Il Genio di Palermo a Piazza Garraffello (alla Vucciria)
Il Genio di Palermo a Piazza Garraffello (alla Vucciria)

  • Scopri i musei e le gallerie d'arte di Palermo - CLICCA QUI

Il percorso alla scoperta del Genio è pensato per consentire a tutti di approfondire la storia di Palermo e di conoscere meglio il capoluogo siciliano attraverso i luoghi che ne custodiscono il genius loci. L'itinerario proposto non è esaustivo: i Geni inclusi, infatti, non sempre accessibili (alcuni si trovano in edifici privati o in luoghi particolari), sono 18, ma le rappresentazioni storiche o contemporanee sono molte di più, poiché fra stampe antiche, raffigurazioni e statue, il mito del "nume tutelare" palermitano accompagna la Città dalla notte dei tempi.

Il Genio di Palermo a Piazza Rivoluzione - ph Fabrice de Nola
Il Genio di Palermo a Piazza Rivoluzione - ph Fabrice de Nola | Palazzo Isnello flickrCC BY-SA 2.0

  • Sei interessato all'artigianato artistico realizzato a Palermo e provincia? CLICCA QUI

Aprendo l'App, una pagina introduttiva fornisce alcune informazioni sul Genio ed è possibile consultare anche un video che ne racconta l'essenza per immagini. È presente una mappa geolocalizzata con i 18 punti di interesse e cliccando su ciascun punto si apre una finestra che racconta il Genio corrispondente al luogo interessato. Ciascun Genio è, inoltre, accompagnato da una breve descrizione e da una o più immagini dedicate.

Affresco che raffigura il Genio di Palermo a Palazzo Isnello
Affresco che raffigura il Genio di Palermo a Palazzo Isnello

  • Vuoi soggiornare a Palermo? Trova le strutture ricettive presenti in città - CLICCA QUI

L'App è stata realizzata e sviluppata da ETT con la consulenza scientifica dell'archeologa Marilena Gennuso. Il video è realizzato dal filmmaker Francesco Crispi, musiche di Edmondo Annoni, la voce narrante è dell'attore bagherese Orio Scaduto.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 ottobre 2022
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia