Vivere con un pet: tanto amore e tanta responsabilità

Il decalogo per un'acquisizione e un possesso responsabile di un animale d'affezione

07 maggio 2019
Vivere con un pet: tanto amore e tanta responsabilità

[Fonte: ANSA Lifestyle] - Il possesso responsabile di un animale di compagnia si articola in due fasi: l'acquisizione responsabile e la proprietà responsabile, che prevede il prendersi cura adeguatamente degli animali da compagnia per tutta la loro vita.

Il possesso responsabile di un animale di compagnia si articola in due fasi: l'acquisizione responsabile e la proprietà responsabile

I principi del "possesso responsabile" - o "responsible pet ownership" nei paesi anglosassoni - vanno dalla consapevolezza che ci sta prendendo un impegno per la vita, passando per la scelta di un animale le cui esigenze siano in linea con gli spazi abitativi e lo stile di vita della famiglia, sino alla cura di salute, alimentazione, rispetto degli altri e dell'ambiente.

Le due fasi del possesso responsabile prevedono: la consapevolezza che ci sta prendendo un impegno per la vita; la scelta di un animale le cui esigenze siano in linea con gli spazi abitativi; lo stile di vita della famiglia; cura della salute, alimentazione, rispetto degli altri e dell'ambiente.

Pet e possesso responsabile: il decalogo Assalco per il proprietario. In collaborazione con ANMVI

ACQUISIZIONE RESPONSABILE

1. Essere consapevoli che si sta prendendo un impegno a lungo termine - Accogliere un pet implica la disponibilità a prendersene cura per tutta la sua vita.

2. Scegliere "con la testa" - È importante verificare a priori che le esigenze del pet siano in linea con lo spazio abitativo, lo stile di vita e le esigenze della famiglia in cui verrà accolto.

3. Accertare la provenienza del pet - Sia che si tratti di adozione, sia di acquisto è fondamentale rivolgersi a professionisti e strutture autorizzate per fare sì che il benessere del pet sia sempre la priorità ed evitare il rischio di incappare in allevatori improvvisati o traffici illegali.

4. Identificare l'animale d'affezione a norma di legge - È dovere del proprietario registrare i propri animali d'affezione nei registri stabiliti, fornendo tempestivamente tutti gli aggiornamenti su eventuali passaggi di proprietà, trasferimenti o decessi ecc.

PROPRIETÀ RESPONSABILE

5. Prendersi cura della salute - Garantire una corretta profilassi e assistenza sanitaria per l'intera vita dell'animale da affezione con il supporto di un medico veterinario è un dovere imprescindibile.

6. Educare alla convivenza - Educare i pet a situazioni "sociali" è un passaggio chiave per facilitare il loro benessere e il benessere degli altri animali e delle altre persone.

7. Rispetto degli altri e degli spazi (custodia, rumori, raccolta deiezioni...) - Dal dovere di custodia, all'evitare rumori molesti, al raccogliere le deiezioni: è dovere del proprietario prevenire disagi o problematiche che il pet può arrecare ad altre persone, animali e all'ambiente.

8. Far fare esercizio fisico e fornire stimoli intellettuali - Esercizio fisico e stimoli mentali adeguati all'età, alla razza e allo stato di salute sono importanti per il benessere del pet.

9. Fornire un'alimentazione bilanciata e nutriente - Buona salute e lunga vita dipendono, in buona misura, dall'alimentazione e dalle cure mediche. La scelta di un alimento completo e bilanciato prodotto dall'industria ed i consigli del Veterinario sono una garanzia di benessere per il proprio animale.

10. Gestire gli imprevisti - Impegno, senso di responsabilità e attenzione non sempre bastano a tutelarsi dagli imprevisti. A tale proposito, si può valutare la stipula di una polizza assicurativa.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 maggio 2019

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia