''Ricordare/Continuare - Testimonianze di legalità in rete con le scuole superiori di Bagheria''

07 novembre 2006

''Nessuno ci vendicherà: la nostra pena non ha testimoni''
Peppino Impastato

Si è inaugurata oggi, martedì 7 novembre 2006, a Palazzo Cutò a Bagheria, la mostra fotografica ''Ricordare/Continuare'' promossa dalla Regione Siciliana - Assessorato Beni Culturali Ambientali dipartimento Pubblica Istruzione e dalla Città di Bagheria.
In esposizione 27 pannelli fotografici che ritraggono Peppino Impastato e i suoi compagni durante le attività di militanza politica e culturale nei giorni precedenti il suo assassinio. Esposte anche alcune toccanti immagini del funerale e della coraggiosa madre di Peppino.
Le foto realizzate dai fotografi Guidorlando, Paolo Chirco e Gabriella Ebano sono una testimonianza concreta di un percorso di lotta contro la mafia, che pur non ottenendo risultati diretti, ha sicuramente svegliato le coscienze di molti di noi.

Il progetto ''Ricordare/Continuare - Testimonianza di legalità in rete con le scuole superiori di Bagheria'' a cui la mostra è legata, coordinato dall'Associazione Centro Studi Aurora Onlus di Bagheria e dall'Associazione Peppino Impastato di Cinisi, è rivolto a tutte le scuole superiori di Bagheria e vuole sensibilizzare i ragazzi ad una nuova cultura della legalità attraverso un percorso formativo che passa dalle testimonianze dirette degli amici di Peppino.

La mostra sarà aperta dal 7 al 9 novembre, e poi replicata a dicembre in occasione del concerto del ''Collettivo Musicale Amici di Peppino'' che si terrà a fine progetto.

Il progetto - Obiettivo generale finale del progetto è quello di prevenire la formazione di comportamenti a rischio e della mentalità mafiosa attraverso un intervento che non si limiti solo ad una conoscenza teorica del fenomeno mafioso ma che segua la logica della formazione di competenze cognitive, etico- sociali attraverso le testimonianze eccellenti, i laboratori esperienziali, la ricerca-azione e il coinvolgimento diretto degli studenti.
Dalle cronache giudiziarie e dalla stampa, infatti, emerge un quadro complessivo della situazione territoriale in cui insistono ed operano le scuole della rete coinvolte nel progetto; si tratta di zone colpite in modo diverso da fenomeni di criminalità organizzata e da una cultura mafiosa che nega il diritto di tutti all'esercizio della cittadinanza. Per tali scuole si tratta di porsi come istituzioni attente alle esigenze degli adolescenti nella società complessa in cui vivono e di farsi sensibili ai bisogni del singolo e del territorio, ponendosi in continuità educativa con processi paralleli o adiacenti alla scuola (famiglie, agenzie educative del territorio, ambiente, mass media).
Con tale iniziativa s'intende, pertanto, dare un contributo alla formazione della coscienza etica e civile dei giovani in senso antimafioso, sollecitandoli a vivere la propria crescita culturale come itinerario di maturazione di una sempre più chiara consapevolezza dei propri diritti e dei propri doveri e quindi di progressiva liberazione dai condizionamenti dei poteri occulti.
L'iniziativa si avvarrà inoltre del contributo dell'Associazione Culturale Onlus Peppino Impastato per quanto riguarda i contenuti, in collaborazione con le professionalità esistenti all'interno della rete delle scuole, che si sono distinte per l'attività didattica curricolare in questo campo.

INFO
Associazione Centro Studi Aurora onlus
Corso Butera 1, 10 - 90011 Bagheria (Pa)
Tel. 091 8162306 / 091 968826

www.csaurora.it

- www.peppinoimpastato.com

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 novembre 2006

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia