A Castellammare (TP) la ''moltiplicazione dei pesci'' riproposta dai ricercatori

02 settembre 2002

Il divieto della pesca a strascico nel golfo di Castellammare (Trapani), ha avuto, in laica maniera, lo stesso risultato del celebre miracolo di Cristo.

La presenza di rane pescatrici, triglie, naselli, pagelli, ed altre specie di pesci da fondo, senza la minaccia delle reti che "spazzano" i fondali, in soli 4 anni è infatti aumentata di ben 8 volte.
E' quanto rileva una campagna sperimentale, la prima di questo genere nel Mediterraneo, realizzata dai ricercatori del Laboratorio di biologia marina di Castellammare del Golfo del Cnr.

Grazie agli studi cofinanziati dall' Unione europea, i ricercatori hanno potuto creare nel golfo di Castellammare alcune "Riserve di pesca", zone protette estese  fino il 60% dell'area del golfo, per complessivi 200 chilometri quadrati, in cui è stata vietata la pesca a strascico per svolgere campagne sperimentali.
L' esperienza delle "Riserve di pesca" ha avuto anche risvolti sociali, infatti, i pescatori "artigianali" hanno infatti avuto molti benefici dal divieto di strascico, non solo in termini di pescato, ma anche di maggiore sicurezza per il proprio lavoro. E' finita inoltre la conflittualità con i pescatori a strascico.

Il divieto della pesca a strascico è in vigore da 12 anni, ed è stato attuato perchè si era notato che i pesci nella zona erano sempre di meno e sempre più piccoli. E' stato quindi deciso nel 1990 il divieto tuttora in vigore. La pesca artigianale, fatta con piccole reti e lenze, continua invece ad essere permessa. Sui fondali del golfo sono state così piazzate delle barriere artificiali, blocchi cubici di calcestruzzo disposti in due strati a formare piramidi, con due funzioni: opporsi alla pesca a strascico ed attirare il pesce che poteva avere un habitat più favorevole.







Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 settembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia