A Catania un grande convegno internazionale sulla fusione fredda organizzato dalla Fondazione Fulvio Frisone

15 ottobre 2007

Si è aperto ieri a Catania con la relazione del presidente Bill Collis il Convegno internazionale di Fisica organizzato dalla Fondazione Fulvio Frisone e dalla prestigiosa Iscmns (International society for condensed matter nuclear science), una associazione di scienziati che si occupa della fisica nucleare della materia condensata, meglio conosciuta come fusione fredda.
''La cosiddetta fusione fredda - ha spiegato Collis ai giornalisti -, scoperta nel 1989 e un tempo considerata una fusione nucleare prodotta con una semplice elettrolisi, è certo che produca energia termica senza inquinamento né radioattività. Ma il sogno di una fonte inesauribile di energia pulita è ancora molto lontano perché, in questi anni, nonostante i progressi, gli scienziati non sono ancora arrivati a scoprire tutte le reazioni che, nella cosiddetta fusione fredda, sono interessate alla produzione di energia. In questo convegno a Catania faremo il punto proprio delle prospettive dell'energia pulita e di come questa, con adeguati finanziamenti, possa diventare un obiettivo possibile''.

Al convegno, che si concluderà giovedì 18 ottobre, partecipa un centinaio di scienziati provenienti da tutto il mondo, e tra questi alcuni gli italiani universalmente considerati come i maggiori esperti mondiali di fusione fredda, ci sono il catanese Fulvio Frisone - che, tetraplegico dalla nascita, è considerato un po' lo Stephen Hawking italiano -, direttore scientifico della Fondazione della Regione siciliana che porta il suo nome, e i sei ricercatori dell'Istituto Nazionale di Fisica nucleare di Frascati, tra cui il prof. Antonio Spallone.

''La fusione fredda - ha detto nel suo saluto ai convegnisti l'on. Raffaele Lombardo, eurodeputato e presidente della Provincia di Catania - rappresenta il nostro futuro. E ritengo molto importante il fatto che un'istituzione della Regione siciliana come la Fondazione Frisone sia riuscita a portare a Catania un simposio di questo livello''.
''Questo convegno - ha aggiunto l'on. Salvo Fleres, presidente della Fondazione Frisone - rappresenta un'occasione irripetibile per lanciare un tema strettamente legato a quello dell'inquinamento: quello dell'energia alternativa, che ha grande valenza politica oltre che scientifica. La presenza del convegno a Catania, poi, sarà anche l'occasione per stringere legami sempre più forti con la comunità scientifica internazionale''.
Il direttore dell'organismo della Regione siciliana, Sebastiano Truglio, ha invece sottolineato che ''la nascita del Centro contro l'inquinamento aperto a Melilli nella scorsa primavera (leggi) e l'organizzazione, insieme all'Iscmns di questo convegno, rappresentano due grandi obiettivi centrati dalla Fondazione in questo 2007''.

INFO
www.fondazionefrisone.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

15 ottobre 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia