A Monreale (PA) nasce l'Osservatorio antimafia per beni confiscati

25 ottobre 2002
Un finanziamento di 40 mila euro è stato concesso al comune di Monreale (PA) per la costituzione del primo "Osservatorio antimafia per i beni confiscati".

La nuova struttura sarà ospitata nei locali di Villa Savoia dove esiste la sede operativa del Consorzio Sviluppo e Legalità.

E' stato deciso a Roma al temine dell'incontro svoltosi qualche giorno fa nei locali del Dipartimento Generale della Pubblica Sicurezza del Ministero degli Interni, tra il prefetto De Sena, il questore Michele Capomacchia responsabile nazionale del Piano per la Sicurezza nel Mezzogiorno, il sindaco di Monreale, presidente del Consorzio Sviluppo e Legalità Salvino Caputo e il direttore generale del consorzio Lucia Guarino.

Il finanziamento consentirà di creare una rete informatica a disposizione di tutti i Comuni e gli Enti locali, sulla situazione dei beni confiscati, che opererà direttamente con gli archivi del Commissariato del Governo sui Beni Confiscati.

E' previsto anche uno sportello informativo per tutti coloro che vorranno gestire beni sottratti alle organizzazioni criminali. La nuova struttura prevede anche una biblioteca con sala di lettura per consultare tutti i testi che sono stati scritti sulla mafia e le normative in materia di misure di prevenzione patrimoniali.

Grazie ad una collaborazione con la biblioteca della Commissione Parlamentare Antimafia e della Camera dei Deputati potranno essere consultati le relazioni sul fenomeno mafioso e gli atti parlamentari delle varie commissioni di inchiesta. La Villa Savoia sarà la sede ufficiale dell'Osservatorio permanente sui beni confiscati alla mafia.

Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

25 ottobre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia