Allarme dal Tribunale ecclesiastico: si riduce la durata dei matrimoni

11 febbraio 2002
Si riduce la durata dei matrimoni: la maggior parte fallisce entro i primi cinque anni e moltissimi finiscono già nei primi due anni.

Questi dati sono emersi dalla relazione tenuta durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario per il tribunale ecclesiastico della Sicilia.

Si è segnalata soprattutto la breve durata dei matrimoni (cinque anni per due su tre tra quelli annullati) e l'alta incidenza (75 per cento) della simulazione del consenso fra le cause di nullità. "Molti giovani - ha spiegato il presidente del tribunale - si sposano escludendo il principio dell'indissolubilità".

Il motivo dell'esclusione dell'indissolubilità è stato richiamata in 126 delle 856 cause trattate nel 2001.
Al secondo posto si colloca l'esclusione della prole: 94 sono i casi in cui uno dei due coniugi non vuole avere figli. Ma si chiede la nullità del matrimonio anche per "minacce e timore" (40 casi) e per esclusione della fedeltà (22 casi).

Complessivamente il tribunale ecclesiastico della Sicilia ha emesso 223 sentenze delle quali 205 hanno accolto la richiesta di nullità e 38 l'hanno respinta. 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 febbraio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia