Antrace: il buon affare della tragedia

In un mese azioni società biotecnologica americana cresciute del 416%

26 ottobre 2001
Bisogna stare attenti, molto attenti al rischio di guerra batteriologica.

E non soltanto perché il nemico invisibile, le armi biochimiche, possono farci molto più male delle bombe.
Possono minare la nostra salute, quella dei nostri figli e al tempo stesso penetrare nella nostra mente distruggendo la fiducia nella vita e nel futuro.

Anche perché queste stesse armi possono diventare utili a un'altra guerra, altrettanto spietata, che terrorismo e crimine combattono sui mercati. Le avvisaglie ci sono.
Appena in Florida si è diffuso l'allarme Antrace, il bacillo all'origine della malattia del carbonchio, qualcuno ha guadagnato.

Al Nasdaq è quotata una società biotecnologia americana, la Cepheid, che produce kit di rilevazione di agenti biologici pericolosi. Il 10 settembre le azioni della Cepheid valevano 1.53 dollari, in meno di un mese sono cresciute del 416%.

Questo non vuol dire che i responsabili dell'azienda, che è californiana, siano responsabili dell'allarme, ma che occorre muoversi con attenzione contro i rischi delle speculazioni,
L'Antrace è un batterio talmente capace di restare attivo a lungo, da suscitare molti appetiti non solo quelli dei terroristi.

L'industria bellica, purtroppo, ha cominciato a manipolarlo da tempo, rendendolo sempre più potente. Alla fine degli anni '70 lo studiavano i sovietici, non riuscendo peraltro a evitare gli incidenti di laboratorio. Nel 1979 ci fu una fuga e su 79 persone infettate 68 morirono in un intervallo di tempo da una a cinque settimane dal contagio riferisce l'American medical association.

Adesso lo stanno studiando all'Harvard Medical School, alla ricerca di un antidoto capace di fermare la malattia del carbonchio quando ha cominciato il suo decorso.
Supponiamo, come sempre negli Stati Uniti, che la tentazione del brevetto sia forte. Non ci resta che sperare che l'attuale tragedia del mondo suggerisca un atteggiamento meno ispirato al principio del business is business e più a quello della salvezza dell'umanità.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 ottobre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia