Attività sociali nella provincia di Palermo: approvati alcuni atti di indirizzo

02 dicembre 2005

La Giunta municipale ha approvato, su proposta del settore Attività sociali, l'atto di indirizzo per l'istituzione di cinque centri aggregativi nei comuni di Palermo, Monreale, Ustica, Belmonte Mezzagno e Santa Cristina Gela.
Si tratta di cinque strutture per anziani previsti dal Piano di Zona del Distretto sanitario 42, in applicazione della legge di settore 328 del 2000.
Questi centri, nell'ambito della propria autonomia di programmazione e gestione, hanno come obiettivo la promozione di attività rivolte all'integrazione dell'anziano nella vita della collettività, promovendo il collegamento con gli altri servizi sociali, sanitari, culturali e sportivi del territorio e incentivando la partecipazione alle iniziative e alle manifestazioni cittadine. Le attività si svolgeranno in strutture comunali o messe a disposizione dal Comune a titolo gratuito. Costo complessivo del progetto 263 mila euro.

Con un'altra delibera, sempre su proposta del settore Attività sociali, la Giunta ha esitato l'atto d'indirizzo, in esecuzione del Piano di Zona del Distretto sanitario 42 (triennio 2005/2007), per l'approvazione dello schema di gara che riguarda l'affidamento di un servizio finalizzato alla realizzazione di una comunità residenziale per otto adolescenti con disturbi psichiatrici. Si tratta di soggetti, compresi tra i 14 e i 18 anni, residenti nei comuni di Palermo, Monreale, Belmonte Mezzagno, Altofonte, Santa Cristina Gela, Piana degli Albanesi, Villabate, Lampedusa, Linosa e Ustica.
Scopo fondamentale del servizio è quello di realizzare una struttura che possa accogliere questi soggetti, promovendo interventi curativi e riabilitativi finalizzati alla cura delle patologie psichiche di cui sono affetti. Allo svolgimento del servizio, che avrà la durata di un anno a partire dall'atto di firma dello schema di convenzione, possono partecipare enti e organismi pubblici e privati della Sicilia che hanno tra le proprie finalità i servizi socio-assistenziali e socio-sanitari svolti in favore di minori, con esperienza almeno biennale.
Costo complessivo del progetto 362.200 euro.

Inoltre, sempre in riferimento all'attuazione del Piano di Zona del Distretto sanitario 42, è stato approvato un altro atto di indirizzo che prevede l'approvazione di un avviso pubblico per la realizzazione e la gestione di un centro di prima accoglienza a Palermo, per venti soggetti socialmente fragili e senza fissa dimora. La finalità dell'intervento è quella di garantire le condizioni minime di vivibilità dei soggetti privi o quasi di reddito, senza un abitazione stabile o che necessitano di un'immediata accoglienza, offrendo un'occasione di recupero attraverso un percorso di reinserimento nel tessuto sociale.
Costo complessivo del progetto 226.500 euro.

Infine la Giunta, su proposta dell'Ufficio autonomo del Consiglio comunale, ha approvato un regolamento che garantisce ai consiglieri comunali, così come previsto dall'articolo 54 dello Statuto comunale, il diritto di accesso ai documenti amministrativi del Comune.

Comune di Palermo

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 dicembre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia