Cantando dietro i paraventi

La storia di una donna che compie una scelta durissima di guerra, ma sa ritagliarsi sempre uno spazio per cantare

27 ottobre 2003



Noi vi consigliamo di vedere…
Cantando dietro i paraventi
di Ermanno Olmi


A causa di un equivoco, un giovane studente occidentale approda in un teatrino fuori mano. Superato il primo momento di stupore il giovane cerca di concentrarsi sull'incanto della rappresentazione... E' la storia della celebre Ching, una donna pirata cinese. Suo marito era un ammiraglio, al comando di una potente flotta, incaricato dal governo imperiale di combattere il flagello della pirateria. Ma dietro il fenomeno si nascondono interessi così grandi che, di lì a poco, l'ammiraglio viene assassinato con una porzione di cibo avvelenato. Sconvolta dall'accaduto, la vedova convince i marinai di suo marito a rifiutare ogni altra offerta e a dedicarsi in proprio agli arrembaggi ed ai saccheggi. Dopo i successi iniziali, la flotta dei pirati di Ching viene circondata dalle navi dell'imperatore. La fine sembra vicina: ma i vascelli governativi, anziché sferrare l'attacco decisivo, rimangono nella più totale immobilità…

"E' la storia di una donna che compie una scelta durissima, di guerra, ma lei e le sue compagne sanno sempre ritagliarsi uno spazio per cantare - dietro il paravento - perché così possono esprimere se stesse, e anche la gioia della vita. E' una storia del passato. Oggi non canta più nessuno, nemmeno le donne. Il canto si consuma."
Ermanno Olmi

Distribuzione Mikado
Durata 96'
Regia Ermanno Olmi
Con Jun Ichikawa, Bud Spencer, Camillo Grassi
Genere Drammatico

Note
Realizzato con il sostegno di Eurimages e del ministro per i Beni e le Attività Culturali. E' stato girato nel Montenegro e nei Roma Studios (ex Dinocittà). Il racconto del film si riferisce a documenti conservati negli archivi di Pechino "Memorie concernenti il Sud delle montagne  Meihling" e all’opera del poeta cinese Yuentsze Yunglun dedicata alla "Piratessa Ching", pubblicata a Canton nel 1830. Il brano musicale "In Pace, in canto" di Fabio Vacchi è cantato dalla soprano Alda Caiello con l'Orchestra dell’Università  degli studi di Milano diretta da Alessandro Crudele, registrato presso l’Auditorium di Milano, elaborazione elettronica Agon, edizioni musicali C.A.M. - BMG Ricordi.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 ottobre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia