Concluso al Castello di Donnafugata la X edizione Costaiblea Film Festival

03 ottobre 2006

Con la consegna del Premio Rosebud e con le ultime proiezioni delle pellicole in programma, si è concluso, sabato sera al castello di Donnafugata, il Film Festival Costaiblea che quest'anno ha celebrato la sua decima edizione, sotto la direzione artistica di Vito Zagarrio, ideatore della manifestazione, e Francesco Calogero.
Il premio è andato al regista napoletano Massimo Andrei per il film ''Mater Natura'', il più votato dal pubblico del festival. Il riconoscimento è stato consegnato dall'attore ragusano Biagio Barone tra gli applausi del folto pubblico presente per la serata finale. L'opera prima di Andrei ha tra i suoi attori anche il neo deputato Vladimir Luxuria ma anche Enzo Moscato, Tina Femiano, Gino Curcione.

Prodotto dall'Istituto Luce e uscito lo scorso aprile, il film parla della storia di Desiderio, un giovane transessuale che si prostituisce per vivere. Dopo aver conosciuto Andrea, il gestore di un autolavaggio, se ne innamora e intreccia con lui una storia intensa e passionale per cui decide di trovarsi un altro lavoro. Però Desiderio ignora il fatto che Andrea abbia una fidanzata e che stia per sposarla. Si tratta di Maria, la stessa ragazza che ha appena preso in affitto l'appartamento di proprietà dei genitori di Desiderio. Messo alle strette dalla crudeltà della vita e privato dell'affetto dei genitori, che non riescono ad accettare la sua diversità, Desiderio si rifugia in un gruppo di personaggi eccentrici che gravitano attorno a lui. Sono loro i soli che sente un po' amici. Saranno i compagni di una nuova avventura, e cioè l'apertura, alle falde del Vesuvio, di un centro di agricoltura biologica, rifugio per uomini in crisi.

Il premio ''Rosebud'' è stato consegnato nel corso della cerimonia di chiusura che ha visto anche il ricordo di Carmelo Rocca e la presentazione del libro ''Il resto di niente. Un film di Antonietta De Lillo'', realizzato dalla Salarchi. La pellicola ha infatti vinto lo scorso anno il premio ''Bufalino, l'Enfant du Paradis'' che dà diritto alla pubblicazione di un volume con dentro la sceneggiatura e le foto di scena del film. La presentazione è avvenuta alla presenza della regista De Lillo e dell'assessore comunale Salvatore Brinch, in rappresentanza del Comune di Ragusa. Il Costaiblea ha chiuso in bellezza dando spazio agli autori siciliani nella sezione dei cortometraggi e proponendo una breve anteprima del documentario ''La variante Sultano'', prodotto da Extempora/Duomo che percorre in immagini la Sicilia, seguendo il lavoro del famoso chef Ciccio Sultano, del ristorante Duomo di Ragusa Ibla. Un ricordo commosso in onore del regista sciclitano Tonino Forcisi, scomparso prematuramente, si è avuto grazie al cortometraggio ''La cruda età'' curato da Vicenzo Cascone, Alessandro De Filippo e Carlo Natoli.                                                                                              

- www.costaiblea.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 ottobre 2006

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia