Costruire con la Legalità

I costruttori di Palermo hanno presentano il loro nuovo Codice etico

04 novembre 2010

Uno Statuto rivisitato e corretto seguendo la linea di legalità che l'associazione persegue, per dare "un segnale chiaro ed inequivocabile che porti alla definitiva dissoluzione del binomio edilizia-criminalità".
E' stato presentato ieri a Palermo il nuovo Codice etico dell'Ance Palemo, l'Associazione costruttori. Nel momento in cui la pressione dello Stato contro le cosche mafiose diventa più incisiva e nuovi strumenti vengono introdotti per il contrasto alle infiltrazioni mafiose nel settore dell'edilizia, anche i costruttori devono fare la loro parte. Per l'Ance Palermo "nessuna comprensione, nessuna tolleranza può essere più consentita: chi paga il pizzo o è colluso, non è un imprenditore che cerca di difendere la propria azienda ma è uno che la sta distruggendo e sta avvelenando il mercato".
Per questo Ance Palermo si è dotata di nuovi strumenti. Per presentarsi sul mercato "in maniera competitiva e limpida, nella convinzione che questo possa essere un modo per rivitalizzare, nell'interesse dell'intera società, l'economia del settore che è fortemente in crisi".
Con l'adozione del nuovo Statuto, Ance Palermo vuole dare il suo contributo per la "qualificazione di un sistema di imprese moderne, capaci ed efficienti e, soprattutto, libere da condizionamenti".
"Il mercato, al momento, con il settore pubblico in crisi, ha bisogno della partecipazione del privato - ha affermato il presidente di Ance Palermo, Giuseppe Di Giovanna -. Ma gli imprenditori possono mettersi in gioco solo se liberi da 'ombre'". "Noi, come Ance Palermo, ci proponiamo di essere interlocutori trasparenti, all'altezza delle aspettative di chi ci sceglie come partner. Siamo convinti, infatti - ha detto ancora Di Giovanna - che con una struttura trasparente e legale si possano sbloccare varie iniziative e risolvere vecchi problemi e questo, a nostro avviso, può essere un modo per rivitalizzare, nell'interesse della categoria e dell'intera società, l'economia del settore che è fortemente in crisi''. [Adnkronos/Ing]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 novembre 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia