Decreto dell'assessore all'Agricoltura vieta la caccia alla selvaggina migratoria a Ustica

Dopo l'appello del sindaco dell'isola

02 ottobre 2001
L'assessore regionale all'Agricoltura Giuseppe Castiglione con un decreto che modifica il calendario venatorio vieta la caccia alla selvaggina migratoria nell'isola di Ustica.

C'era stato nelle scorse settimane un accorato allarme da parte del sindaco di Ustica Attilio Licciardi contro la decisione di Totò Cuffaro, ancora in qualità di assessore all'Agricoltura, di sciogliere da tutti i vincoli la caccia sulle isole minori.

Temendo per l'incolumità dei cittadini e dei turisti presenti sull'isola, oltre che degli stessi cacciatori il Comune, ha proposto l'istituzione di un "numero chiuso" per la caccia migratoria.

Con il provvedimento dell'assessorato sull'isola non sarà possibile cacciare diverse specie animali come quaglie, colombacci e gallinelle d'acqua.

La caccia ai conigli, invece, rimane regolamentata a 50 cacciatori non residenti (di cui 45 provenienti dalla Sicilia e 5 da altre regioni).

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 ottobre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia