Furto per la pace

Rubano uno Chagall: lo restituiranno se Palestinesi e Israeliani faranno la pace

23 agosto 2001
Singolare furto al Museo Ebraico di New York: è scomparso un prezioso quadro di Marc Chagall, il suo "Studio per un ritatto di Vitebsk" datato 1914 (valore stimato in più di un milione di dollari).

Ma l'autore non è un ladro qualunque, l'azione infatti è stata rivendicata con una lettera firmata da un'organizzazione sinora sconosciuta, la "Commissione internazionale per l'arte e per la pace".

L'autore della missiva si scusa per il disagio creato e assicura che l'opera viene conservata in buone condizioni e che sarà restituita non appena Israele e Palestina concluderanno la pace.

Sembra un soggetto per un film o per un romanzo di fantapolitica. Invece è successo davvero.

Insomma, si tratterebbe di un gruppo di ladri "gentiluomini" del ventunesimo secolo, che rubano quadri celebri per convincere il mondo a fare la pace.

"In ogni caso adesso abbiamo la speranza di riavere indietro il nostro quadro", dice Anne Scher, portavoce del Museo Ebraico, forse con un eccesso di ottimismo.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

23 agosto 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia