Il film ''Melissa P.'' di Luca Guadagnino arriva nelle sale cinematografiche siciliane

Sabato 19 e domenica 20, a Palermo e Catania il film tratto dal romanzo ''Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire''

15 novembre 2005

Il film ''Melissa P.'' del regista Luca Guadagnino, liberamente ispirato all'opera ''Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire'', della giovane scrittrice catanese Melissa P., sbarca nelle sale cinematografiche siciliane.
Sabato, 19 novembre, il regista e la protagonista, Maria Valverde, saranno a Palermo per presentare il film e salutare il pubblico alle 22.30 al Cinema Imperia (Via E.Amari, 160), mentre l'incontro con la stampa si svolgerà alle 19.30 al Grand Hotel et des Palmes, (Via Roma 398).
Domenica, 20 novembre, sempre il regista stavolta accompagnato dal protagonista maschile, Primo Reggiani, presenteranno il film a Catania, alle 20.30 al Planet Multisala (Via della Costituzione, 47), presentazione preceduta dall'incontro con la stampa che si svolgerà alle 16.30 al Grand Hotel (Piazza Verga, 39).

Il Film
Nato da un progetto di Francesca Neri, che con questo film esordisce nel ruolo di produttrice, ''Melissa P.'' è un racconto di formazione. La storia di un percorso iniziatico e della dolorosa trasformazione di una adolescente che diventa donna.
Melissa è una ragazza siciliana dolce, innocente e vulnerabile che a sedici anni sta per scoprire se stessa. Come la maggior parte degli adolescenti, si sente molto distante dai genitori, spesso distratti ed incapaci di cogliere le inquietudini di una figlia alla prese con la scoperta della propria femminilità. Il suo unico riferimento è la nonna (Geraldine Chaplin) con la quale vive un rapporto di straordinaria affinità. E quando un giorno Melissa scopre il sesso, la sua prima esperienza è completamente diversa dalla esaltante avventura che si aspettava di vivere. Questo ingresso nell'età adulta, così brutale e umiliante, manda in frantumi tutte le sue illusioni sull'amore. Determinata a svelare il mistero dei propri impulsi nascenti, Melissa decide di esplorare fino in fondo l'universo del sesso. Ma anziché illuminarla, questo percorso non fa che aumentare la sua sofferenza e confusione finché un tragico evento la costringe bruscamente e capire cosa significa essere una donna.

Luca Guadagnino (Regista e sceneggiatore)
Melissa P. è il suo quarto lungometraggio. Debutta nel mondo cinematografico nel 1991 all'età di 28 anni. Il suo film ''The Protagonists'', interpretato da Tilda Swinton, collaboratrice di lunga data, è stato selezionato alla 56° Mostra del Cinema di Venezia e in altri 11 festival cinematografici internazionali. In seguito, Guadagnino ha girato un documentario su Tilda Swinton dal titolo ''The Love Factory'', anch'esso scelto, nel 2004, per il Festival di Venezia. Il suo secondo lungometraggio, un documentario dal titolo ''Mundo Civilizado'' realizzato nel 2003, è stato presentato nella sezione ''Cineasti del presente'' al Festival Internazionale del cinema di Locarno.
Il suo esordio alla regia avviene con lo scioccante cortometraggio ''Qui'' selezionato nel 1997 al Festival di Taormina. Cura inoltre la regia di celebri videoclip e lavora con artisti come Paola Turci, Irene Grandi, Paola e Chiara, Planet Funk, Elisa, grazie alla quale vince l'Mtv European Award per il miglior video italiano. Ha inoltre prodotto diverse video installazioni premiate alla Biennale d'Arte di Venezia. Oltre a ciò, il poliedrico Guadagnino ha composto ritratti filmati di grandi personalità internazionali (Tilda Swinton; David LaChapelle, scoperto da Andy Warhol e diventato uno dei dieci fotografi più grandi della storia secondo ''American Photo''; Arto Lindsay, imprendibile genio musicale della No Wave ora produttore di Carlinos Brown; Paolo Masieri, il cuoco preferito di David Bowie). È il primo a mettere in scena sui palcoscenici italiani ''Le regole dell'attrazione'' (The Rules of Attraction) di Bret Easton Ellis (American Psycho) e ''Closer'' di Patrick Marber, cogliendone il potenziale artistico ben prima che le loro opere diventassero di culto nel nostro paese grazie agli adattamenti cinematografici.
Oltre ad aver curato diverse mostre fotografiche e ad aver diretto numerose commedie radiofoniche, nel 2004 Guadagnino è stato invitato a partecipare al Festival del Cinema di Venezia per terza volta, con il film ''Cuoco contadino''. Nel 2005 ha realizzato ''The First Sun'', cortometraggio che illustra la collezione uomo primavera-estate 2006 per Fendi. Scrive di cinema per ''Alias'' e collabora continuativamente all'edizione italiana del mensile ''Rolling Stone'', per cui ha curato numerose interviste ad artisti del calibro di Dario Argento e Jonathan Demme. La sua passione più profonda oltre al cinema è la cucina.

Maria Valverde (Melissa)
C'è chi l'ha paragonata ad una Tatum O'Neal più sexy, oppure a un incrocio tra le giovani Kate Winslet e Winona Ryder. Eccessivo? Sembra di no, visto che il suo esordio in ''La debolezza del bolscevico'' (La Flaqueza del Bolchevique) (2003) di Manuel Martín Cuenca, ha fatto innamorare di lei tutta la Spagna. Infatti, con questo primo film da protagonista in cui veste i panni di una giovane idealista che incontra un uomo cinico e più vecchio di lei, interpretato dal celebre attore spagnolo Luis Tosar, l'allora diciottenne Maria Valverde vince il Goya (corrispettivo del nostro David di Donatello) come Miglior Attrice Esordiente diventando improvvisamente una star. Nel 2003 è infatti tra i protagonisti di ''Beneméritor, ultimas noches en el cuerpo'' diretto da Vicente Peñarroche; nel 2004 di ''Cuando nadie nos mira'' diretto da Paul Atienza, e nel 2005 del fantasy-thriller ''Vorvik'' di José Antonio Vitoria. Attualmente è impegnata nel ruolo di Lucrezia, accanto a Paz Vega, Luis Homar, Angela Molina e Eusebio Poncela in una delle maggiori produzioni spagnole dal titolo ''I Borgia'', incentrata su una delle famiglie più note e interessanti della storia italiana, per la regia di Antonio Hernández. ''Melissa P.'' è il suo primo ruolo da protagonista in una produzione internazionale.

Primo Reggiani (Daniele)
Figlio d'arte dell'indimenticabile Aldo Reggiani, partner di Loretta Goggi nella mitica serie TV ''La Freccia nera'' (tratto da The Black Arrow di R.L. Stevenson), prende parte a molti spettacoli teatrali fin da bambino. ''Il suo viso è una citazione vivente del Delon di un tempo'' scrive Roberto Nepoti su ''la Repubblica'' commentando la sorprendente interpretazione in ''Rosa Funzeca'' (2002) di Aurelio Grimaldi, in cui è il figlio di Ida Di Benedetto. Ottiene ascolti record in TV con la serie ''Orgoglio'', poi partecipa da protagonista alla fiction ''Grandi domani'' in cui è l'irrequieto Simone. Al cinema prende parte anche al dramma ad episodi ''La vita come viene'' di Stefano Incerti in cui è ancora un figlio tormentato, questa volta del sensibile jazzista Alessandro Haber. Attualmente è impegnato sul set della serie TV ''Raccontami'' con Massimo Ghini per la regia di Riccardo Donna.


MELISSA P.
di Luca Guadagnino
con Maria Valverde, Fabrizia Sacchi, Primo Reggiani, Claudio Santamaria, Geraldine Chaplin
Distribuito dalla Sony Pictures Releasing 
Prodotto da Francesca Neri, Claudio Amendola, José Ibanez
Sceneggiatura di Barbara Alberti, Cristiana Farina, Luca Guadagnino
Liberamente ispirato all'opera "Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire" di Melissa P. - edito in Italia da Fazi Editore
Nei cinema dal 18 Novembre


INFO
Giulia Martinez
335/7189949
martinezgiulia@libero.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

15 novembre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia