In aumento in tutto il mondo i bambini obesi

30 ottobre 2001
Bimbi obesi o in sovrappeso sono in aumento in tutto il mondo.
A lanciare l'allarme sulla mancanza di controllo di peso tra i ragazzi dai 6 ai 18 anni di età, è l'università del Nord Carolina.
Che ha messo a confronto i dati nazionali dei primi anni '90 di Stati Uniti, Cina e Russia sulla salute dei minorenni.

La ricerca, pubblicata sull'International Journal of Epidemiology, ha evidenziato che 25 bimbi su 100 in America sono molto grassi o addirittura obesi. Meno grave ma altrettanto preoccupante la situazione in Russia, dove i giovani sovrappeso rappresentano il 16% della popolazione e in Cina (7% dei minori).

"Questi dati - afferma Youfa Wang, coordinatore dello studio - dimostrano che l'obesità infantile è un problema mondiale".
Estremamente variabile la relazione tra chili di troppo e fattori socio-economici.

"In genere il rischio varia in base alla classe sociale - continua Wang - ma il rapporto è differente di nazione in nazione". Se infatti in Cina i più grassi sono i figli delle famiglie ricche, negli Usa ad essere sovrappeso sono soprattutto i ragazzi poveri.

Più uniforme la situazione in Russia dove gli obesi appartengono sia alle famiglie abbienti che a quelle con problemi economici. Ma se in Cina i chili di troppo caratterizzano i bambini delle città, nei paesi dell'ex Unione Sovietica i "pesi massimi" si registrano principalmente nelle aree rurali.

Definita anche la prevalenza di obesità e sovrappeso nei vari paesi: negli Stati Uniti è rispettivamente 11.1% e 14.3%, in Russia il 6% e il 10%, mentre in Cina il 3.6% e il 3.4%.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

30 ottobre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia