In Sicilia il "Benessere equo e sostenibile" è veramente basso

Dalle ultime analisi Istat. All’Isola maglia nera per reddito e condizione sociale

15 dicembre 2016
In Sicilia il Benessere equo e sostenibile è veramente basso

In Sicilia la fiducia verso le istituzioni locali è più bassa rispetto a quella che i cittadini delle altre regioni ripongono nei propri territori, mentre è maggiore nei confronti del sistema giudiziario.
Lo rivela l'Istat nel rapporto sul 'Benessere equo e sostenibile'. Da 0 a 10, la pagella dei siciliani verso le proprie istituzioni indica un voto medio di 3,1, a fronte del 3,9 della media nazionale e del 3,6 del Mezzogiorno.

Il picco è a Bolzano con 5,4, poi Trento e Bolzano con il 5,3. Maggiore della media nazionale, invece, è la fiducia dei siciliani nei confronti del sistema giudiziario: 4,7 contro 4,3. Solo in Campania la fiducia è più alta, 5.

La Sicilia è maglia nera in Italia per reddito e condizioni sociali. La somma tra reddito medio disponibile pro capite e indice di disuguaglianza del reddito colloca la Sicilia all'ultimo posto, con un indice di 74,4 punti a fronte di una media nazionale di 98 punti. L'isola fa peggio anche della media del Mezzogiorno, pari a 83 punti.

Anche sul fronte del disagio sociale, la Sicilia ha la performace peggiore, con un indice pari a 70,3 punti (95,4 in Italia e 80,5 nel Sud): l'analisi dell'Istat include la grave deprivazione materiale, la bassa qualità dell'abitazione, la grande difficoltà economica e la bassa intensità lavorativa.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

15 dicembre 2016

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia