Insetti per contrastare insetti. A Ramacca, in provincia di Catania, la prima biofabbrica del Sud

19 giugno 2007

A Ramacca (CT) vengono allevati insetti utili contro due specie di cocciniglie molto dannose e che possono essere utilizzati in coltura protetta in favore di specie ortive e floricole. La biofabbrica, la prima nel Meridione d'Italia, è stata presentata ieri mattina a Catania dall'assessore regionale all'Agricoltura e Foreste Giovanni La Via e dall'eurodeputato Giuseppe Castiglione.
La struttura rappresenterà per i produttori agricoli un polo di produzione di materiale da impiegare nei programmi di lotta biologica. Attualmente vi si allevano il parassitoide Aphytis melinus, il Leptomastix dactylopi, oltre al coleottero coccinellide predatore Cryptolemus e al coleottero coccinellide predatore Crytolaemus montrouzieri, questi ultimi due utilizzati per il controllo della cocciniglia cotonosa degli agrumi.
''La biofabbrica - ha detto l'assessore La Via - consente di poter disporre sul territorio regionale di una produzione di ausiliari biologici in misura rilevante per poter controllare una serie di parassiti, soprattutto degli agrumi, ma che colpiscono anche le coltivazioni serricole''. [La Sicilia]

[Nella foto un Crytolaemus montrouzieri]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 giugno 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia