Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

L'Anffas onlus Sicilia ha consegnato il proprio ''Libro Bianco'' ai candidati alla presidenza regionale

11 aprile 2008

L'Anffas onlus Sicilia, l'Associazione Nazionale Famiglie di Disabiliti Intellettivi e/o Relazionali, ha avuto la possibilità di incontrare in queste settimane i principali due candidati alla Regione Sicilia, Raffaele Lombardo e Anna Finocchiaro. L'Anffas onlus Sicilia ha consegnato hai due candidati il proprio "Libro Bianco", così come è stato denominato, che oltre a rappresentare cosa è l'Anffas e quali sono le sue attività, descrive in modo incisivo le gravi problematiche che affliggono il mondo della disabilità in Sicilia, con particolare riguardo alle persone con disabilità intellettiva e relazionale.
Il Libro Bianco mette in evidenza sopratutto una cosa: le gravi inadeguatezze nella applicazione delle leggi e nella spesa delle risorse, pur ingenti, a disposizione mentre mancano del tutto i servizi alle persone - sia pure in un contesto assai variegato in cui i distretti hanno avuto atteggiamenti molto diversi - per cui ancora oggi, come tante volte evidenziato anche in sede nazionale, nascere disabili in Sicilia significa essere due volte disabili.

Dunque, in questa maniera l'Anffas Sicilia ha chiesto con forza, al di fuori da ogni logica assistenzialistica, di essere presente in tutti i tavoli tecnici in modo da essere coinvolti nei processi di consultazione e di decisione. I responsabili Anffas hanno detto: "Tocca a noi,  immediatamente dopo il termine delle operazioni elettorali, ripresentarci agli interlocutori istituzionali, per affrontare nel concreto le pressanti questioni che ci riguardano. Abbiamo già avuto occasione di evidenziare la necessità di un incontro/tavola rotonda sullo stato dell'attuazione della Legge 328/00 che ancora in molti distretti della Sicilia non decolla, sui fondi non spesi per la disabilità o spesi in modo errato da parte dei distretti, sulla malasanità, come le attese per visite specialistiche e cure specifiche, sull'impreparazione della scuola, del mondo del lavoro e della formazione".

Maggiori informazioni su: www.anffasicilia.net

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 aprile 2008
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE