Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La tolleranza e l'accoglienza come valori insiti: Palermo ''città aperta'' all'immigrazione

Palermo si conferma città sempre più aperta al Mediterraneo

09 luglio 2005

Il 74,5% dei palermitani è favorevole alle coppie miste e il 69,5% dice sì all'apertura di una moschea.
Lo rivela un'indagine della Camera di Commercio di Milano svolta in cinque grandi città italiane (Milano, Bologna, Roma, Napoli e Palermo).
Tra le cinque città Palermo si conferma una città mediterranea e aperta agli immigrati. Il 72,5% degli intervistati sostiene che è giusto che gli immigrati mantengano le loro usanze anche nel nostro Paese (a fronte del 25,5% che dice che si dovrebbero adeguare alle nostre usanze), il 69,5% è favorevole alla costruzione di una nuova moschea in città (nel 2004 il dato si assestava al 57,2%).

Anche i dati relativi ai rapporti interpersonali danno segnali positivi.
Il 74,5% è favorevole alle coppie miste e il 24% si farebbe curare tranquillamente da un medico-infermiere arabo, il 14% gli affiderebbe la custodia degli anziani e il 9,5% quella dei propri bambini. Anche il delicato tema della concessione del diritto di voto agli immigrati evidenzia, per la città di Palermo, un dato sicuramente di rilievo: il 54,5% dei palermitani è favorevole alla concessione del diritto di voto agli immigrati residenti in Italia da oltre 10 anni.

Palermo si conferma città sempre più aperta al Mediterraneo: il 42% dei palermitani afferma di avere conoscenti o amici provenienti dai paesi arabi del Mediterraneo. Questo dato è ancor più significativo se si pensa che nel 2004 la percentuale era del 30,8%. Anche i cittadini palermitani, come la media dei cittadini italiani, frequentano più o meno abitualmente gli esercizi commerciali gestiti da arabi: infatti il 29,5% degli intervistati si è recato in ristoranti gestiti da arabi, l'8,5% nei negozi di articoli etnici e il 6% in negozi di alimentari. Per il 18% dei palermitani la creazione di posti di lavoro rimane uno degli strumenti più efficaci per favorire l'integrazione tra cittadini italiani ed extracomunitari, seguito dalla creazione di luoghi di aggregazione con i cittadini italiani (9,5%) e dalla costruzione di centri di accoglienza (5%).

Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 luglio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia