Nei dintorni di Trapani Michele Placido gira un film sulla vita dell'Aleramo

06 settembre 2001
 

Sono iniziate il 24 agosto le riprese del film che racconta un "pezzo" della vita di Sibilla Aleramo, narratrice e poetessa nata alla fine dell'Ottocento e morta nel 1960, e della sua tormentata storia d'amore con il poeta Dino Campana.

La sceneggiatura, scritta da Heidrun Schleef, Diego Ribon e Michele Placido, si basa proprio sulla corrispondenza tra la Aleramo e Campana recentemente pubblicata con il titolo "Un viaggio chiamato amore".

Michele Placido, che è anche il regista, si trova perfettamente a suo agio in questi luoghi, che conosce bene, avendo girato da queste parti la prima serie de "La Piovra".

Nella tappa trapanese del set si ricostruisce una parte della vita della Aleramo, che in realtà si chiamava Rina Faccio.

In un antico edificio dei salinai, riconvertito in museo del sale, vengono girate le scene dell'adolescenza tormentata della donna, in una famiglia difficile, sposa a sedici anni di un uomo gretto e violento, che ad un certo punto decide di abbandonare tutto, anche l'amatissimo figlio, e si sposta a Firenze.

Nei prossimi giorni arriverà la protagonista, Laura Morante, che Placido ha voluto per interpretare Sibilla Aleramo. Dino Campana è interpretato da Stefano Accorsi.

Tra i protagonisti del film, le cui riprese si concluderanno il 27 ottobre, c'è Alessandro Haber, che interpreta Andrea, ispirato alla figura di Giovanni Cena, intellettuale, ex amante di Sibilla, rimastole sempre accanto come amico.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 settembre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia