Nell'Italia dell'enosolidarietà un vino bianco dalle uve strappate a un boss

Quando con il vino si possono fare opere buone

01 settembre 2003
E' pronto il bianco le cui uve sono cresciute sui 14 ettari di terreno confiscati al boss Romualdo Agrigento.

Le prime bottiglie saranno presentate alla mostra ''L'Italia dell'enosolidarietà'', inserita in ''OltreVini'', in programma a Casteggio (Pavia) dal 2 al 7 settembre. Per la 33/a edizione, che coincide con l'anno europeo della disabilità, OltreVini ha scelto di presentare le più significative fra le iniziative benefiche realizzate nel mondo del vino.

Saranno esposte quindi le etichette braille di Villa Caplet per il Soave doc e la Valpolicella Doc; il bollino ''Wine for life'', appena lanciato dalla comunità di Sant'Egidio per la lotta all'Aids in Mozambico; e poi i vini prodotti da comunità come San Patrignano e Villa Russiz-Istituto Adele Cerruti, che ospita bambine orfane o abbandonate.

Fonte: Ansa Agroalimentare Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

01 settembre 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia