Oggi a Catania si discute il progetto internazionale ''Risk-Ue'' sui terremoti

26 settembre 2002
Si svolgerà oggi e domani a Catania, nella Biblioteca Ursino Recupero, l'appuntamento periodico del progetto "Risk-Ue", organizzato dalla Comunità Europea e coordinato dal Brgm, Bureau des Recherches et Minieres, per la valutazione del rischio sismico nell'area geografica compresa tra il Mediterraneo e i Carpazi.

I lavori, con inizio alle 9, saranno aperti dal sindaco del capoluogo etneo, Umberto Scapagnini.

Sono sette in tutto le città che partecipano al progetto trienale che, avviato nel gennaio 2001, attraverso gli studi dei territori, consente di conoscere diversi tipi di vulnerabilità sismica, di operare un confronto tra esperienze e modus operandi differenti e l'avvio di collaborazioni scientifiche per gestire e pianificare al meglio il proprio territorio.

Insieme a Catania, unica tra le città italiane a prenderne parte, danno il loro apporto anche le città di Barcellona, Nizza, Bitola (Macedonia), Bucarest, Sofia e Salonicco.

Il meeting di Catania è, dopo quello svolto a Barcellona, uno degli appuntamenti periodici per verificare l'avanzamento dei lavori delle città partner. 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 settembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia