Perché andare fino a Parigi? Dal 2003 tutte le opere del Louvre sono in Rete

08 giugno 2002
Chi ha visitato almeno una volta nella vita (da turista mordi e fuggi) il Louvre di Parigi non ha certo dimenticato le interminabili galoppate lungo le infinite sale del museo e la "abbuffata" di opere d'arte che - specie se pressati dal poco tempo da dedicare all'istituzione francese o, peggio, strattonati da una guida crudele - lungi dallo stimolare il gusto e l'affezione per l'arte in genere, ne ha di sicuro scatenato una, speriamo momentanea, nausea.

A chi, nel tour de force della visita, non si ricorda dove stava il Tiepolo che gli era piaciuto tanto o a chi apparteneva quel delizioso visetto di madonna rinascimentale, non rimarrà che rifare l'itinerario della visita … ma, niente paura, comodamente seduto da casa.

Dell'anno prossimo il museo del Louvre infatti metterà on-line l'integralità delle 35.000 opere in mostra nelle sue sale, più un numero enorme di disegni - 130.000 - conservati nel ricchissimo reparto Arti Grafiche.

Il mega-sito sarà ad accesso gratuito, con scelta tra quattro lingue: francese, inglese, spagnolo e giapponese.
Avrà "funzionalità interattive molto sviluppate" e grazie a disparati percorsi tematici si rivolgerà ai pubblici più disparati, dai super-esperti alle famiglie.

La rappresentazione tridimensionale delle sale permetterà agli internauti anche "camminate virtuali" dentro il Louvre.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 giugno 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia