Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Presentato a Taormina ''l'antifurto per il cuore''. Allerta i pazienti giorni prima di un aggravamento

Il dispositivo allerta il paziente con un allarme sonoro con 14 giorni d'anticipo

12 aprile 2005

Lo scompenso cardiaco è una malattia del sistema cardiocircolatorio che affligge più di un milione e mezzo di italiani. A causa di questa malattia il cuore non riesce più a pompare sangue a sufficienza in conseguenza di un infarto o di una cardiopatia coronarica.
"Questa patologia è responsabile di oltre 177.000 ricoveri l'anno, nella maggior parte dei casi, dovuti all'accumulo di liquidi nel polmone, che rimane silente fino a quando il paziente non è in condizioni critiche''. Tale spiegazione arriva da Michele Gulizia, direttore dell'Unità di cardiologia dell'ospedale San Luigi di Catania, e presidente del Mediterranean cardiology meeting, che si è tenuto a Taormina e dove è stata presentato un innovativo sistema di prevenzione: l'antifurto per il cuore.

Si tratta di un normale defibrillatore dotato di un dispositivo elettrico di lettura che rileva l'accumulo di liquido nei polmoni, avvertendo il paziente quando è in eccesso.
"L'antifurto per il cuore" tiene continuamente sotto controllo del livello dell'acqua nei polmoni, che diviene pericolosa in quanto il cuore, già danneggiato, non riesce a smaltirla. Quando i fluidi aumentano oltre un certo limite, il dispositivo di lettura contenuto nel defibrillatore inizia a suonare, avvertendo il paziente del pericolo anche due settimane prima che si verifichi l'edema polmonare prevenendo così il ricovero.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 aprile 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia