Sentenze etiche: disconoscere la paternità perchè cornuti? Non basta il test del Dna

02 novembre 2002

Il test del Dna non basta per disconoscere un figlio. Questa la sentenza ''innovativa'' contro il ricorso di un marito che si riteneva tradito.

La dimostrazione scientifica non basta più, prove alla mano, bisogna aver prima dimostrato l'avvenuto adulterio


L'esame ormai universalmente utilizzato per provare l'esistenza di un legame di sangue tra padre e figlio non è prova «automatica» di adulterio. Quindi, il marito che sospetti di essere stato tradito deve prima provarlo attraverso testimonianze, lettere, fotografie. L'esame genetico può essere richiesto solo in un momento successivo.
La sentenza sembra nascere dalla volontà dei giudici di tutelare al massimo i figli, richiedendo un'ulteriore prova per fugare anche il minimo dubbio, fornendo una conferma alla prova scientifica che, evidentemente, non viene ritenuta infallibile.
La Corte, basandosi su logiche giuridiche, costruisce un preciso percorso di prova: prima bisogna dimostrare l'infedeltà della moglie, poi ci si potrà chiedere se c'è o meno la paternità.

Basandosi su questo principio la Corte di Cassazione di Palermo ha respinto il ricorso di un palermitano che, separatosi dalla moglie (che aveva confessato di avere un'altra relazione), aveva scoperto attraverso la prova del Dna che due dei tre figli nati durante il matrimonio non erano suoi.
A nulla è valso chiedere il disconoscimento della paternità. La scienza non basta!
La richiesta disconoscimento della paternità viene infatti respinta dai giudici.

L'uomo ci riprova in Cassazione, ma i giudici della Prima sezione civile respingono il suo ricorso. Per la Suprema Corte non bisogna confondere nè «sovrapporre» le due cose. L'adulterio non dimostra l'illegittimità dei figli e «la prova del difetto di paternità biologica eventualmente raggiunta su base ematologica, non è sufficiente a dimostrare il tradimento». Inutile cercare di far quadrare il ragionamento con la razionalità dell'uomo della strada. Per la logica dovrà tenersi i due figli, che sicuramente non sono suoi.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 novembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia