Servizio Civile Nazionale

Partiti con sei giovani volontarie i primi due progetti ''pilota'' di educazione alla solidarietà

03 settembre 2002
Con questa prima esperienza di servizio volontario, si apre per ragazze e ragazzi una nuova opportunità formativa e di crescita personale destinata a sostituire il servizio civile degli obiettori entro il 2006, quando verrà sospeso l'obbligo del servizio di leva.

L'istituzione del Servizio Civile Nazionale, aperto a ragazzi di entrambi i sessi, ha come obiettivo quello di garantire la continuità di un'esperienza ormai trentennale che ha coinvolto più di quattrocentomila giovani e che è stata palestra di cittadinanza attiva, di educazione alla solidarietà e alla cooperazione.

Il servizio civile su base volontaria rappresenta quindi una risorsa preziosa per la comunità, in grado di aumentare quantità e qualità dei servizi resi ai cittadini, ma anche un'opportunità formativa unica per i ragazzi che sceglieranno di prestare questo servizio, progettata fin da subito come momento di educazione alla cittadinanza attiva e come occasione di conoscere la città e i suoi complessi apparati da un'ottica inusuale: non quella di fruitore dei servizi, ma quella di fornitore.

Già da qualche anno l'Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Padova ha destinato al Servizio Civile consistenti risorse umane ed economiche, costituendo anche una struttura organizzativa e progettuale ad hoc, denominata "Progetto Servizio Civile", che ha ora il compito di far traghettare l'attuale esperienza basata sulla leva obbligatoria, verso quella fondata esclusivamente sul volontariato.
Ed è in questa direzione che sono stati identificati i primi due progetti in cui inserire le sei volontarie.

Il primo, afferente all'area sociale, prevede varie forme di assistenza ad anziani, minori e più in generale persone portatrici di qualunque forma di disagio psicofisico e sociale, e si propone il raggiungimento di obiettivi molto concreti: le tre volontarie saranno impegnate in interventi di supporto presso singoli e/o nuclei familiari, case di riposo e scuole elementari, in modo da integrare i servizi al cittadino.
Il secondo progetto è finalizzato alla promozione delle politiche giovanili dell'Amministrazione comunale. Le tre volontarie opereranno presso il Progetto Giovani e le sedi collegate, a supporto delle attività del servizio informagiovani, dell'animazione territoriale e di strada e della mobilità internazionale.

Le sei ragazze rappresentano l'inizio di un percorso che vedrà sempre più rafforzata la collaborazione tra l'Amministrazione pubblica e la società civile, per favorire e stimolare le scelte di impegno sociale operate dai giovani. Questo attraverso una serie di incentivi economici e formativi, ma anche grazie a progetti innovativi e qualificanti in grado di coinvolgere i giovani e di rispondere alle aspirazioni e all'identità di ciascun volontario.

INFO
Comune di Padova
Assessorato alle Politiche Giovanili
Ufficio Progetto Giovani
Vicolo Ponte Molino 7 - 35137 Padova
tel. 049/654328
fax 049/8753259

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 settembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia