Si chiama ''Iris'', è il nuovo film di Aurelio Grimaldi, girato a Ustica

06 febbraio 2002
Si tratta di un Aurelio Grimaldi almeno insolito.

Il regista di La donna lupo e Il macellaio volta pagina e si dedica al mondo dell'infanzia, dirigendo sua figlia Maria (Arancia Cecilia Grimaldi).

Maria è una bambina che fa la prima elementare ma un giorno non va a scuola perché deve accompagnare la mamma al mercato e quel giorno è lo stesso giorno in cui la sua mamma fa il compleanno.

Maria vuole ad ogni costo regalarle un mazzo di fiori ma non un mazzo qualsiasi fatto di fiori di campo come quello che le hanno regalato i suoi due fratelli ma un mazzo speciale, colore viola, un mazzo di iris.

E, siccome non ha i soldi, si aggira, cercando il padre, in giro per l'isola (si tratta di Ustica), sotto un sole che non dà tregua. Alla fine avrà corso molti pericoli ma avrà i suoi fiori, farà il suo regalo e, poi, si stropiccerà gli occhi per la stanchezza.

Maria è una bambina che somiglia a tante altre e a nessuna ma è una bambina che ci sembra di aver già incontrato almeno nel mondo di celluloide: potrebbe essere la sorellina di quell'altra indimenticabile bambina iraniana che era la protagonista de "Il palloncino bianco" e che da sola si aggirava per le strade della città, testarda e tenace.

E questo ricordo è tutto, nel senso che questa Maria è nata proprio da lì, dal ripensamento di quel piccolo grande film. 

Il film sarà proiettato in anteprima domani - 7 febbraio - al cinema Ariston di Catania e arriverà nelle sale il 14 febbraio.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 febbraio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia