Si inaugura oggi a Napoli il primo Science Centre in Italia

23 novembre 2001
Una grande novità per educare, emozionare, divertire, sorprendere!

Un Science Centre interattivo in cui l'agire ed il fare sono i principali strumenti dell'apprendimento…

Nato nel 1996 per proseguire l'esperienza avviata dalla Fondazione IDIS - Città della Scienza con la manifestazione multimediale Futuro Remoto. Un viaggio tra Scienza e Fantascienza, il Science Centre (visitato da circa 900.000 persone fino alla fine del 2000) si configura oggi come il primo in Italia per la diffusione della cultura scientifica e tecnologica.

Nei bellissimi capannoni industriali che risalgono alla metà dell'800, ubicati su un'area di 12.000 mq. affacciata direttamente sul Golfo di Pozzuoli, in cui si respira ancora l'atmosfera del lavoro operaio, esso ospita attualmente mostre interattive, laboratori, nuove tecnologie.

Un Science Centre per tutti, visitabile tutto l'anno che si distingue profondamente nel panorama museale del nostro Paese per qualità di mostre, quantità di aree espositive, eccezionale contesto ambientale.

LA PALESTRA DELLA SCIENZA
le leggi e le ricerche della fisica classica e contemporanea, le scoperte della biologia in 3 grandi esposizioni - Dai Fenomeni alle certezze, La natura tra ordine e Caos, L'avventura dell'Evoluzione
SEGNI SIMBOLI E SEGNALI
la prima mostra permanente sulla Comunicazione in un Science Centre italiano
L'OFFICINA DEI PICCOLI
progettata dai bambini per bambini …e anche per i piccolissimi (0 -3 anni)
LO SPETTACOLO DEL CIELO
tra i più grande e tecnologicamente avanzato Planetario del centro-sud d'Italia
LA GRANDE STELLA DI CRISTALLO
un'aula per assistere a spettacolari dimostrazioni di chimica.
LE MANI E LA MENTE
un atelier attrezzato per lo svolgimento di attività creative
MOSTRE TEMPORANEE
uno spazio di circa 2.000 mq. per ospitare sempre nuove esposizioni a tema,
la prima delle quali sarà PacKAge. Alla scoperta dell'imballaggio, una grande mostra del CONAI dell'ISTITUTO ITALIANO DELL'IMBALLAGGIO, che "mette in scena" tutto quello che non si vede dell'imballaggio durante il suo uso quotidiano (da novembre a febbraio 2001)
LA VIA DELLA CONOSCENZA
un'opera di "arte territoriale" di DANI KARAVAN, una serie di 19 grandi portali in acciaio, dedicati alle principali aree e discipline della conoscenza umana, che attraverseranno il viale principale della Città della Scienza
IL BUCO DEL MONDO
l'antica ciminiera della fabbrica trasformata in gigantesco periscopio da un'idea di FRED FOREST
AREE ALL'APERTO di straordinaria bellezza
per respirare l'aria della Terra del Mito, in cui si è formata la millenaria civiltà flegrea;
PUNTI DI RISTORO e di sosta
accoglienti e raffinati per il confort di ognuno;
SHOP
ricco di insoliti ed esclusivi gadget per tutte le età;

e, naturalmente, nessuna barriera architettonica!

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

23 novembre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia