Stanziati nove miliardi per insegnare le lingue in Sicilia

27 agosto 2001

Le scuole siciliane avranno a disposizione circa nove miliardi per il progetto "Lingue 2000".

Il ministero dell'Istruzione ha prorogato anche per l'anno scolastico 2001/2002 il progetto speciale con il quale si è introdotto lo studio della seconda lingua comunitaria nelle scuole di ogni ordine e grado.

Alla Sicilia è stato destinato più del dieci per cento del finanziamento complessivo, che ammonta a ottanta miliardi per tutte le scuole della Penisola.

Il progetto, lanciato nell'anno scolastico 1998/99 dal ministero della Pubblica istruzione, si prefigge l'ampliamento delle conoscenze e delle competenze fra gli studenti di tutte le età (dalla materna alle scuole secondarie) relative alle lingue dei Paesi dell'Unione europea.

I punti fondanti dell'iniziativa ministeriale sono la flessibilità dell'orario offerto (che non necessariamente deve essere settimanale o annuale, ma si riferisce all'intero ciclo di studi), la scomposizione della classe in gruppi di studenti non superiori alle quindici unità (per facilitare l'apprendimento delle lingue straniere), l'utilizzo delle tecnologie multimediali e dell'informazione e la definizione di chiari obiettivi di apprendimento, in linea con gli standard europei.

In Sicilia i fondi verranno gestiti dalla direzione generale, cui le scuole potranno presentare le richieste di finanziamento entro il 30 settembre.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

27 agosto 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia