Dopo 2227 anni rivive la conquista di Akragas!

Il 6 e 7 maggio prossimi, nella Valle dei Templi i Romani torneranno a combattere contro i Cartaginesi

03 marzo 2017
Dopo 2227 anni rivive la conquista di Akragas!

Foto Ruggero

210 A.C. LA CONQUISTA DI AKRAGAS - Siamo nel pieno delle guerre annibaliche, l’esercito punico e quello romano si contendono la Sicilia e si scontrano per il controllo di Akragas... Verso la fine del 210 a.C., il console Marco Valerio Levino giunge in Sicilia con l'obiettivo di sistemare ciò che è rimasto in sospeso a Siracusa e conduce le legioni a lui affidate contro Agrigento, pronto ad assediarla. La città è l'ultimo baluardo dei Cartaginesi.
Il generale della forte guarnigione cartaginese è Annone, che con i Romani si è già scontrato, perdendo. La speranza di tutti, infatti, è riposta nell'aiuto dei Numidi e dell'energico condottiero Muttine. La fama delle sue imprese è tale da offuscare anche quella di Annone, che inizia a provare così tanta invidia da sostituire suo figlio nel comando che aveva Muttine. Azione che questi però non tollera e, per lavare l'onta, invia degli ambasciatori a Levino per offrirgli la resa di Agrigento. I Romani accettano e raggiungono un accordo. I Numidi, quindi, occupano la porta che dà verso il mare e, resa inoffensiva la guardia, fanno entrare in città i Romani, i quali procedono schierati in mezzo alla città con grande fragore. Annone, pensando si tratti di una rivolta tra i Numidi - come in passato è già accaduto -, decide di affrontarla, ma quando si accorge che sono i Romani, si dà alla fuga. Cercano di scappare - senza tentare nemmeno di combattere - anche molti dei Cartaginesi e dei Siciliani presenti in città, ma vengono tutti quanti trucidati.
Akragas (e la Sicilia) è dei Romani e Levino, a questo punto, costringe i Siciliani a deporre le armi e a darsi all'agricoltura, in modo che lo scopo principale dell'isola sia, da quel momento, di produrre non solo il nutrimento necessario per i suoi abitanti, ma anche i necessari approvvigionamenti per la città di Roma e all'Italia.


Foto Caparrelli

Duemiladuecentoventisette anni dopo, esattamente il 6 e il 7 maggio prossimi, negli stessi luoghi si avrà la possibilità di "rivivere" quanto accadde nei giorni dell’assedio e della conquista di Akragas, grazie all’evento organizzato dall’associazione PastActivity.
Infatti l’associazione - fondata da due archeologi siciliani, Laura Danile e Giovanni Virruso, affiancati dalla collaborazione esterna dell’archeologa Claudia Speciale -, ha deciso di realizzare un evento unico di rievocazione storica nello splendido contesto del Parco della Valle dei Templi di Agrigento, partner principale del progetto.
Si tratta della prima manifestazione di questo tipo in Sicilia e permetterà di ricreare l’atmosfera della città alla fine della seconda guerra punica con la presenza dell’esercito cartaginese e di quello romano. I due accampamenti nemici saranno allestiti nell'area a Nord del tempio di Zeus. Qui, girando tra le tende, i visitatori potranno immergersi nella vita quotidiana della fine del III secolo a.C. Ad esempio, potranno osservare una donna che tesse al telaio o un medico che cura una ferita, ammirare le splendide collane in pasta vitrea prodotte dai cartaginesi, scoprire le ricette della cucina dell’epoca e poi pure assistere a scene di allenamento militare e di battaglia. I visitatori, insomma, saranno catapultati indietro nel tempo, e della Storia potranno scoprirne gli odori, i suoni e i colori.

Il progetto sarà realizzato con la collaborazione di un team di ragazzi selezionati tra gli studenti del corso di laurea di Archeologia e Beni Culturali dell’Università di Palermo e gli alunni del Liceo Classico Empedocle di Agrigento che seguiranno tutte le fasi del lavoro, dalla progettazione all’elaborazione dei dati e il 6-7 maggio faranno da guide nell’accampamento.

STAY TUNED...

Maggiori informazioni su www.pastactivity.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 marzo 2017

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia