''Dimenticare Palermo'', il libro, il film di Rosi e il premio Goncourt

09 aprile 2002
Scrittura fortunata quella del libro "Dimenticare Palermo".

La sua autrice, Edmonde CharlesRoux, da poco nominata - evento storico - alla presidenza del prestigioso Goncourt, ha tratto fama e celebrità.

Il romanzo fu pubblicato in Italia da Bompiani; in in Francia ha vinto il premio Goncourt.

Racconta la Sicilia con le sue miserie, la sua violenza e il suo fascino magico da un lato; l'America creatrice e divoratrice di miti e di successo da un altro lato. E ancora la guerra, il fascismo, la morte, l'amore e il sesso, la mafia e il potere, la nobiltà e la decadenza.

Nel 1989 Francesco Rosi ne trae un film, con lo stesso titolo, girato a Palermo e interpretato da James Belushi e Mimi Rogers e con Vittorio Gassman nel ruolo, ispirato alla realtà, di un aristocratico, il barone Di Stefano, condannato dalla mafia al confino in una stanza dell'hotel delle Palme.

La scrittrice lavora sei anni alla stesura del libro, nei ritagli di tempo che le lascia il lavoro di direttrice della edizione francese della rivista americana "Vogue".

Lo dà alle stampe soltanto nel 1966 ed è subito successo, che continua, con "Elle, Adrienne" e con "L'homme de Marseille", dedicato al marito, il grande e discusso socialista Gaston Deferire. 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 aprile 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia