''Flavae Flammae Custodes Antiquitates'', una mostra con l'arte recuperata dalla Guardia di Finanza catanese

15 dicembre 2006

E' stata  presentata ieri pomeriggio al teatro Sangiorgi di Catania la mostra ''Flavae Flammae Custodes Antiquitates'', oggetti di antichità recuperati dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza.
Alla conferenza stampa hanno partecipato l'assessore regionale ai Beni culturali, ambientali e alla Pubblica Istruzione, Lino Leanza, il soprintendente di Catania, Maria Grazia Branciforti, il comandante interregionale, general C.A. Ugo Marchetti, il comandante regionale Sicilia, generale di brigata, Renato Maria Russo e il Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Catania, col. Agatino Sarra Fiore.
L'esposizione è stata inaugurata stamane nella Chiesa di San Francesco Borgia, alla presenza del presidente della regione, Salvatore Cuffaro.

''Siamo molto soddisfatti - ha affermato l'on. Leanza - di questa mostra che renderà fruibili dal pubblico reperti di grande importanza provenienti da tutta Italia: la sinergia tra istituzioni, l'assessorato ai Beni culturali, ambientali e alla Pubblica Istruzione della Regione Siciliana e la Guardia di Finanza, ha dato ancora una volta i suoi frutti. C'è in atto un cambiamento di rotta, di mentalità, di sensibilità nei confronti della cultura e, per la prima volta, anche i cittadini cominciano a comprendere che la vera ricchezza viene dal nostro patrimonio culturale e che proprio la sua tutela e la sua valorizzazione rappresentano il nuovo modello sviluppo capace di produrre economia, lavoro. Testimonianza ne è la grande partecipazione che stiamo riscontrando nell'organizzare la manifestazione di Morgantina, in programma domenica prossima. Ad Aidone, oltre alle istituzioni, sarà massiccia la presenza della gente che si sta mobilitando per chiedere a gran voce il ritorno della statua della Venere, attualmente esposta al Paul Getty Museum di Malibu. Anche Catania sta vivendo un momento di risveglio culturale''.

Una curiosità: la mostra ospita anche un segmento dedicato ai ''falsi''.

I materiali della mostra confluiranno al Museo Archeologico di Catania, la cui apertura è prevista nei prossimi mesi, nella sezione ''Il museo ritrovato'', destinata ai reperti recuperati dalle forze dell'ordine.

Assessorato dei Beni Culturali e Ambientali e della Pubblica Istruzione

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

15 dicembre 2006

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia